Salvini contro Fico: "Il ministro sono io"

"Tu fai il presidente della Camera, io il ministro dell'Interno di un governo che ha un programma ben preciso". Così il ministro dell'Interno e vicepremier, Matteo Salvini, in diretta Facebook, replica, dando anche il via libera immediato allo sbarco dei 29 bambini a bordo, alla presa di posizione del presidente della Camera, Roberto Fico, che ha chiesto oggi di fare scendere i 177 migranti dalla nave Diciotti.

In un post pubblicato su Twitter Fico ha sollecitato il governo appunto a procedere allo sbarco. "La giusta contrattazione con i Paesi dell'Unione europea - ha sottolineato il presidente della Camera - può continuare senza alcun problema -, adesso però le 177 persone - tra cui alcuni minori non accompagnati - devono poter sbarcare. Non possono essere più trattenute a bordo, poi si procederà alla loro ricollocazione nella Ue", ha rimarcato la terza carica dello Stato.

Poi, dopo le parole di Salvini, Fico ha replicato: "Buona notizia che il governo abbia deciso di far scendere i minori dalla Diciotti. Per me fare il presidente della Camera significa - ha spiegato - fare sì che lo Stato non rinneghi mai principi fondamentali e dignità umana. Sono stato eletto per questo, rinunciando allo stipendio da presidente".

Prima della replica di Salvini a Fico, diversi esponenti del Pd avevano chiesto al presidente della Camera di esercitare una moral suasion sul capo del Viminale per sbloccare la situazione. Tra gli altri Alessia Morani che aveva sottolineato: "Non basta un tweet al mese per salvarsi faccia e coscienza". "Faccia una cosa presidente Fico: telefoni al ministro degli Interni Salvini e faccia in modo di fare sbarcare quelle persone altrimenti - aveva concluso - è il suo solito intervento inutile e ipocrita".