'Air Force Renzi' addio, Trenta: "Via simbolo dell’arroganza"

"Da oggi, l’aereo simbolo dell’arroganza al potere non esiste più!". In un post su Facebook il ministro della Difesa Elisabetta Trenta annuncia lo scioglimento del contratto di leasing relativo all'Airbus A340-500 messo a disposizione del governo italiano e ribattezzato "Air Force Renzi". "I tecnici del ministero della Difesa e della direzione generale di Armaereo - spiega Trenta - hanno incontrato la controparte di Alitalia per mettere definitivamente un punto all’Airbus 340 di Matteo Renzi. A seguito di una ordinaria procedura amministrativa, proprio oggi questo punto è stato messo".

I Commissari Straordinari di Alitalia, come si legge in una nota della compagnia, "a seguito del ricevimento della richiesta del ministero della Difesa" hanno inviato "la comunicazione di scioglimento del contratto di leasing stipulato con Etihad relativamente al medesimo aereo". "Una nostra piccola grande rivincita - sottolinea Trenta- Un passo nella giusta direzione, perché questo Paese e i suoi cittadini meritano normalità, ma soprattutto rispetto!".

Su Facebook il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli scrive: "Lo avevamo promesso, lo abbiamo fatto. Abbiamo messo a terra l'ego volante di Renzi. È con grandissimo orgoglio che oggi vi do una bellissima notizia: su nostra richiesta i Commissari Straordinari di Alitalia hanno inviato ufficialmente la comunicazione di scioglimento del contratto di leasing stipulato con Etihad per l'Air Force Renzi". "Grazie anche al lavoro del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, diciamo quindi addio a questo enorme spreco voluto dai Governi precedenti. Con la risoluzione del contratto di leasing risparmieremo 18 milioni di euro l'anno da qui al 2024", scrive ancora.

"Immaginate quante cose si potranno fare con questi soldi? Ci si potrebbero comprare ogni anno tre treni nuovi di zecca per il trasporto regionale e dei pendolari. Oppure acquistare una decina di nuove Tac per la sanità pubblica. O ancora costruire due scuole con almeno 25 aule ciascuna e laboratori ai nostri ragazzi. Basta sprechi, basta sperperare i soldi degli italiani su un mastodontico e obsoleto aereo che è servito soprattutto per i viaggetti in solitaria dell'ex ministro Alfano o per le gite a Cuba dell'ex sottosegretario Scalfarotto. Con il Governo del cambiamento si suona un'altra musica. E non ci fermeremo! Dopo il taglio ai vitalizi, dopo la cancellazione del leasing per l'Air Force Renzi, faremo piazza pulita di tutti gli altri sprechi e privilegi, a partire dalle pensioni d'oro, che da troppi anni soffocano l'Italia", conclude Toninelli.