Ponte Morandi, Fico: "Chiedo scusa a nome dello Stato"

"Ai familiari delle vittime e a tutto il Paese chiedo scusa a nome dello Stato". Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, commemorando le vittime del crollo del ponte Morandi in aula a Montecitorio dove era prevista l'audizione del ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, sulla tragedia di Genova.

Il crollo del ponte è stata "una catastrofe terribile che ha suscitato sconcerto, dolore profondo e solidarietà in tutto il Paese", ha detto ancora Fico. "Desidero oggi rinnovare a nome mio e dell'intera assemblea un commosso omaggio alle vittime e il più sentito cordoglio ai familiari". Quindi il "ringraziamento a quanti si sono prodigati nelle difficili operazioni di soccorso".

"Quanto accaduto a Genova - ha sottolineato Fico - è inaccettabile e occorre fare luce in tempi rapidi sulle cause di questa assurda tragedia, sulle responsabilità individuali e sulle carenze infrastrutturali. Al di là di quanto sarà accertato dalla magistratura, è compito del Parlamento acquisire tutti gli elementi su questa vicenda".

"Auspico che questo tragico evento induca tutte le istituzioni competenti a una attenta riflessione sullo stato del nostro territorio e sulle condizioni delle infrastrutture affinché tragedie come questa non si ripetano. Invito l'assemblea ad osservare un minuto di silenzio in memoria della vittime di Genova".