Home . Fatti . Politica . Resistenza, Boeti: "Paese libero anche per persone come Segre"

Resistenza, Boeti: "Paese libero anche per persone come Segre"

POLITICA
Resistenza, Boeti: Paese libero anche per persone come Segre

Il presidente del Consiglio regionale del Piemonte Nino Boeti (Foto di repertorio - Fotogramma)

''Se l'Italia è un Paese libero e democratico lo si deve a persone come Bruno Segre''. Così il presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Nino Boeti, intervenuto oggi al Polo del '900 per festeggiare Bruno Segre, l'avvocato, partigiano e giornalista che lo scorso 4 settembre ha compiuto 100 anni. ''Bruno Segre rappresenta tante cose per il Piemonte - ha aggiunto - rappresenta quella guerra resistenziale, quei venti mesi che hanno consentito al Paese di riscattare l'orgoglio dell'unità perduta nella lotta al nazifascismo. Bruno Segre e' stato in carcere, è stato partigiano nel cuneese, quindi se oggi le istituzioni democratiche esistono, esistono anche a quelle battaglie''.

''Bruno Segre - ha proseguito poi Boeti - rappresenta il senso delle battaglie civili, quella sulla obiezione di coscienza. quella sul divorzio, rappresenta il coraggio di esserci stato allora e di esserci stati anche dopo: molti dei partigiani hanno sentito l'impegno nelle istituzioni come l'ideale prolungamento della lotta partigiani, e, inoltre, è un uomo dotato di straordinaria memoria e grande ironia''. "Averlo conosciuto - ha concluso Boeti - è stata una della esperienze più straordinarie della mia presidenza del Comitato Resistenza e Costituzione''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.