Home . Fatti . . Gp Silverstone, Rosberg conquista una pole 'pazza' e la Ferrari affonda

Gp Silverstone, Rosberg conquista una pole 'pazza' e la Ferrari affonda

Gp Silverstone, Rosberg conquista una pole 'pazza' e la Ferrari affonda

(XINHUA)

Nico Rosberg in pole position nel Gp di Gran Bretagna mentre la Ferrari affonda. Il pilota tedesco della Mercedes, alla quarta pole stagionale e all'ottava della carriera, azzecca il giro giusto in extremis. La pioggia concede una tregua, Rosberg scende in pista e ottiene un sorprendente 1'35''766.

Accanto a lui, nella prima fila tutta tedesca, la Red Bull di Sebastian Vettel (1'37''386). Le mutevoli condizioni del tracciato regalano la terza posizione alla McLaren dell'inglese Jenson Button (1'38''200), che sarà affiancato dalla Force India del tedesco Nico Hulkenberg (1'38''329). In terza fila la McLaren del danese Kevin Magnussen (1'38''417) e la Mercedes di Lewis Hamilton (1'39''232).

L'inglese rientra ai box convinto di aver conquistato la pole position e non si accorge che il terzo settore della pista consente recuperi prodigiosi. Alla fine si ritrova confinato in sesta posizione, davanti alla Force India del messicano Sergio Perez (1'40''457) e alla Red Bull dell'australiano Daniel Ricciardo (1'40''606). A completare la top ten sono le Toro Rosso del russo Daniil Kvyat (1'40''707) e del francese Jean-Eric Vergne (1'40''855).

Alonso e Raikkonen - Le bizze del meteo spiegano solo in parte l'ennesimo flop della Ferrari. La giornata di Fernando Alonso e di Kimi Raikkonen si chiude con la mesta eliminazione nel Q1, che costringe le rosse zoppicanti a scattare dalla 19esima e dalla 20esima piazza, in penultima fila. I driver del Cavallino scendono in pista in ritardo rispetto alla concorrenza, ottenendo tempi mediocri.

Quando bisognerebbe accelerare per approdare al Q2, le condizioni del tracciato peggiorano ulteriormente e con gli pneumatici slick diventa impossibile recuperare. Alonso si congeda mestamente con un testa-coda, Raikkonen si accoda: domenica bisognerà rimontare per conquistare qualche punticino iridato.

L'amarezza dello spagnolo - "Lottiamo per qualche punto. Anche se fossimo partiti settimi, avremmo lottato per qualche punto...". Alonso non nasconde la sua amarezza, al limite della rassegnazione, dopo le qualifiche. Le rosse, sul tracciato di Silverstone reso umido dalla pioggia, hanno stentato con le gomme slick. E domenica scatteranno dalla penultima fila.

La penultima fila - "Se tutto va bene, ci sono elogi per la squadra. Se tutto va male, sappiamo che sarà un pomeriggio duro. Non è andata bene, non pensavamo di chiudere in questa posizione" dice Alonso ai microfoni di Sky Sport.

In realtà, evidenzia l'asturiano, il flop non cambia granché nell'anonima annata della Ferrari: "In Austria abbiamo fatto le cose migliori e sono arrivato quinto. Adesso partiamo dalla penultima fila e dobbiamo lottare per una rimonta, se il tempo resta variabile dobbiamo cercare di recuperare posizioni per conquistare qualche punto. Ma le cose non sarebbero cambiate probabilmente nemmeno sulla pista asciutta; se fossimo partiti dal settimo posto, avremmo comunque lottato per fare qualche punto...".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.