Mondo Rai, appuntamenti e novità di venerdì 10 gennaio

Roma, 09 gennaio 2014 - Giunge al termine il programma on the road di Rai1 ''Così lontani Così vicini'', adattamento del format olandese ''Find my Family''. Domani alle 21.10 Al Bano Carrisi con Cristina Parodi, nelle vesti di inviata speciale, racconteranno ancora, al grande pubblico, storie profonde ed emozionanti, a volte anche dolorosamente drammatiche, ma caratterizzate da un commovente lieto fine. Lontananze, riavvicinamenti, sentimenti contrastanti, la gioia mista alla paura e al coraggio dell'incontro dopo molti anni e tanti chilometri percorsi: questi gli elementi caratterizzanti dell'emotainment che permette ai familiari separati dalle infelici circostanze della vita di riabbracciarsi. I due conduttori, calati in prima persona nelle vite dei protagonisti, in un susseguirsi di circostanze coinvolgenti e dettate dalla voglia di ritrovarsi, racconteranno quattro diverse storie nel corso di quest'ultima puntata.

Le fibrillazioni nel governo, il pasticcio delle tasse sulla casa e la spending review degli italiani, al centro della puntata di Virus-il contagio delle idee in onda domani alle 21.10 su Rai2. In studio, ospiti di Nicola Porro, tra gli altri il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, Anna Ascani del Pd, l'economista Michele Boldrin e Salvatore Tramontano vice direttore de Il Giornale. All'interno del programma anche il fact checking di Virus. Come in ogni puntata, Vittorio Sgarbi commenterà un' opera d'arte. In questa sarà la volta del confronto tra il San Sebastiano di Antonello da Messina e quello del Mantegna. L'intervista finale di Nicola Porro è con Luigi Cremonini, grande imprenditore della carne fornitore di Mc Donald's in tanti paesi del mondo.

Provocazioni, insulti, botta e risposta sempre più acceso. Non accenna a placarsi la polemica sull'ultimo film di Paolo Virzì, ''Il capitale umano''. A ''Pane quotidiano'', in onda domani alle 12.45 su Rai3, Concita De Gregorio ne parla con il regista e con i giovani attori Matilde Gioli, Giovanni Anzaldo e Guglielmo Pinelli.

Domani alle 23.00 Rai Movie propone il film "Hotel Rwanda", diretto nel 2004 da Terry George. Racconta una tragedia che rischiava di essere dimenticata. In Rwanda, all'inizio degli anni '90, un milione di Tutsi è stato massacrato dai rivali Hutu senza che la comunità internazionale facesse nulla, se non lasciare a poche forze dell'Onu il compito di un'interdizione di scarsa efficacia. Questa co-produzione anglo/italo/sudafricana (tra gli interpreti l'italiano Citran, Nick Nolte e Jean Reno) ce lo ricorda con le forme proprie del cinema spettacolare. In "Hotel Rwanda" non si fa polemica, ma si parla alla coscienza degli spettatori grazie alle vicende di uno 'Schindler' africano. Paul Rusebagina, un africano direttore di un Hotel della catena Sabena, riuscì a salvare più di 1200 persone grazie al coraggio personale e a un altruismo che gli impediva di veder morire la gente senza far nulla. Nel cast Don Cheadle, Sophie Okonedo, Nick Nolte, Joaquin Phoenix, Roberto Citran, Jean Reno.

Allo storico Paul Ginsborg - autore di ''Famiglia Novecento'' - l'intervista centrale di Tg2 Insieme, in onda domani alle 10.00 su Rai2, condotto questa settimana da Francesca Romana Elisei. Per lo spazio ''leggere l'arte'' con Stefano Sassi e il critico Marco Di Capua si parla del fenomeno della ''street art'', dai murales delle periferie ai capolavori di Basquiat, Banksy ed Haring. Infine, per lo spazio ''cibo e dintorni'' con Lucia Buffo, in studio lo chef Emiliano Valenti e il sommelier Gianluca Boccoli per parlare degli abbinamenti tra piatti di pesce e vino rosso.

Domani, a partire dalle 16.30, Cristina Caruso e Marco Civoli condurranno su RaiSport 1 (canale 57 dtt) una nuova puntata di ''Pomeriggio da Campioni''. Nella prima parte, dopo un'ampia pagina dedicata al calciomercato e alle sfide di coppa Italia, verrà presentato il libro ''Mestiere di donna'' di Laura Mancuso, moglie dell'aviatore Angelo D'Arrigo. Insieme a lei, i due conduttori ricorderanno il campione di deltaplano, morto in un tragico incidente. A seguire il programma ripercorrerà la storia dell'ex pugile Nino La Rocca, che sarà presente in studio con Nino Benvenuti. Infine, per celebrare i 60 anni della Rai, verrà ricordata la prima partita trasmessa in televisione, Inter - Palermo, trasmessa nel 1954. In collegamento da Milano interverrà Sergio Brighenti, il primo intervistato a bordo campo, nonché il primo calciatore nella storia della tv ospite della Domenica Sportiva.

Obiettivo Pianeta è il nuovo programma di Rai2 ideato da Roberto Giacobbo, in onda il venerdì alle 23.35 a partire da domani. Un viaggio alla scoperta degli aspetti più insoliti e meno conosciuti delle culture dei popoli che vivono nei cinque continenti, della fauna e flora ma non solo. Una vera esplorazione a 360 gradi del nostro pianeta. In questa puntata si andrà indietro nel tempo: tre milioni di anni fa, l'emersione della lingua di terra che collega l'America del nord a quella del sud determinò l'incontro di molte specie animali preistoriche. Grazie all'apertura del canale di Panama i paleontologi e i geologi possono studiare i fossili e le tracce di quel periodo geologico, scoprendo, tra l'altro, perché alcuni animali sopravvissero e altri invece si estinsero.

Domani alle 15 su Radio1 Umberto Broccoli apre la puntata di "Con parole mie" ricordando la figura di Carlo Emilio Gadda. Vengono lette alcune tra le pagine del suo Giornale di guerra e di prigionia in cui si racconta la storia di quel periodo: ''Una notizia interessante che mi giunse ieri da casa, scrittami dalla mamma''. A seguire delle parole scritte da Hugo von Hofmannsthal, poeta austriaco del decadentismo, a Rilke duranteb le feste natalizie: "Mio caro Rilke, la ringrazio un'infinità di volte per il libro e per le gentili righe che ci ha scritto''. Si prosegue con una lettera di comunicazione scritta da Indro Montanelli ad Marco Fabio Apolloni, uno dein suoi collaboratori nel giornale: ''Caro Marco, come avrai visto, il tuo articolo è stato scorciato. L'operazione l'ho fatta io stesso''. Con le Teche Rai, un gesto di Lorena Bobbit che fece scalpore in tutto il mondo. In chiusura "Più che puoi" di Costantino Kavafis.

Xanana Gusmao, primo ministro di Timor Est, ha annunciato che lascerà la guida della più giovane nazione dell'Asia a settembre. Gusmao, 68 anni, è stato il leader della guerriglia timorese durante i 24 anni di occupazione di Timor Est da parte dell'esercito indonesiano. Catturato e tenuto in prigione in Indonesia per 7 anni, è considerato il Che Guevara del Sudest asiatico. A giugno del 2012 era stato rieletto premier per un mandato di 5 anni. Ha annunciato di voler lasciare perché ''è arrivato il momento di preparare le nuove generazioni a guidare Timor Est''. Diversi analisti temono che il venire meno di una figura come Gusmao, capace di unificare sotto la sua leadership le diverse anime del Paese, possa riaccendere le tensioni che nel 2006 avevano causato la guerra civile a Timor mettendo di fronte esercito e polizia. I caschi blu dell'Onu hanno lasciato il Paese a fine del 2012 dopo 13 anni di permanenza nel Paese. Quale futuro per Timor Est? Domani Marina Lalovic ne parlerà a Radio3Mondo in onda alle 11.00, con Stefano Vergine, giornalista freelance che vive a Sidney