Home . Immediapress . Ambiente . I Soliti Sospetti (parte seconda), Pro.mo continua a far sentire la sua voce

I Soliti Sospetti (parte seconda), Pro.mo continua a far sentire la sua voce

AMBIENTE
I Soliti Sospetti (parte seconda), Pro.mo continua a far sentire la sua voce

E' uscita "I Soliti Sospetti (Parte Seconda)", la seconda parte della campagna di comunicazione voluta da Pro.mo (Gruppo Produttori Stoviglie Monouso in Plastica) per diffondere i risultati dello studio comparativo di Life Cycle Assessment (LCA) che dimostra che l'impatto ambientale delle stoviglie monouso in plastica è mediamente inferiore a quello delle compostabili in acido polilattico e polpa di cellulosa.

Con la nuova campagna Pro.mo ribadisce il suo impegno a stimolare la ricerca scientifica su temi sensibili per il consumatore e per tutti i soggetti politici e istituzionali che si occupano di tematiche ambientali. Commenta Marco Omboni presidente di Pro.mo "Senza dubbio lo strumento dell'LCA è il più efficace per formulare serie valutazioni sull'impatto ambientale dei prodotti e il nostro Gruppo è ben lieto di metterlo a disposizione di chi è interessato alla tutela ambientale auspicando che i risultati della ricerca siano presi in considerazione per evitare di prendere decisioni che alla luce della ricerca si dimostrano sbagliate".

L'impegno e la serietà con cui Pro.mo affronta i problemi della tutela ambientale e della qualità dei prodotti è testimoniata anche da un altro studio commissionato all'Università degli Studi di Milano sul tema dell'igiene e della sicurezza delle stoviglie e dei contenitori per alimenti nella ristorazione collettiva.

L'Executive Summary e la ricerca integrale di Life Cycle Assessment sono scaricabili sul sito www.pro-mo.it.

Pro.mo
www.pro-mo.it
Marco Omboni
Presidente Pro.mo
info@pro-mo.it
tel. 0458394444

Ufficio stampa
Caleidos srl
caleidos@caleidos-nexxus.it
tel. 0276111167

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI