Cultura e turismo: afflusso record a Villa Adriana e Villa d'Este nella prima domenica di agosto

L'Istituto Villa Adriana e Villa d'Este, diretto da Andrea Bruciati, ha registrato il 5 agosto, in occasione della prima domenica del mese, ad ingresso gratuito, un afflusso record con ben 7175 ospiti.

Nel dettaglio, i visitatori sono stati così ripartiti tra i diversi siti dell'Istituto:

Villa Adriana 1714
Villa d'Este 4996
Santuario di Ercole Vincitore 465

Si è pertanto registrato un incremento del 20% ca. rispetto ai 5882 ingressi della prima domenica di agosto dello scorso anno, merito anche della stabile riapertura del Santuario di Ercole Vincitore che al momento ospita la mostra E dimmi che non vuoi morire. Il mito di Niobe (visitabile fino al 23 settembre) ed è luogo di una fitta proposta di eventi e manifestazioni.

"Ritengo che sia importante valutare il feedback potenziale restituito da una politica a lungo termine, basata anche sulla lenta possibilità di far abituare e appassionare al bene culturale" ha commentato Andrea Bruciati. "Risulta per me fondamentale avvicinare e rendere normale qualcosa di straordinario e pertanto gettare dei semi. Alla lunga è un approccio che porta a dei frutti che entrano nella società in maniera capillare e diffusa. Dall'altro lato fra le criticità individuate c’è soprattutto quella relativa allo stress da affollamento in alcune festività che riguardano per noi l'intera alta stagione. Rimane il fatto che attrarre i cittadini ai luoghi della cultura sia una conquista, ma resta prioritario salvaguardare la salute dei monumenti ma soprattutto la qualità della visita come esperienza e crescita dell'individuo, perché nel caos non vi è nessuna possibilità di concentrazione e contemplazione. L’idea di rimodulare l’obbligatorietà degli appuntamenti free potrebbe allora avere un senso e calibrarla in base ai tre diversi siti che conduco potrebbe essere una soluzione gestionale auspicabile."