Home . Immediapress . Ict . Privacy, ciclo di workshop sul nuovo Regolamento UE 2016/679

Privacy, ciclo di workshop sul nuovo Regolamento UE 2016/679

ICT
Privacy, ciclo di workshop sul nuovo Regolamento UE 2016/679

Mancano 14 mesi prima che il Regolamento UE 2016/679 diventi operativo, ma le attività che devono intraprendere le aziende per adeguarsi possono richiedere diversi mesi per raggiungere la conformità alla nuova normativa sulla privacy

Professionisti e aziende si incontrano il 21 marzo a Milano per analizzare il testo sulla protezione dei dati che diventerà operativo dal 25 maggio 2018. La guida Ipsoa "Privacy e regolamento europeo 2016/679" in omaggio per tutti i partecipanti. Accredito del Consiglio Nazionale Forense, con i crediti per gli avvocati. Bernardi: "Mancano 14 mesi alla scadenza, ma le attività di adeguamento possono richiedere diversi mesi per raggiungere la conformità normativa". Edizioni del workshop anche a Cosenza, Roma, Reggio Emilia, e Firenze

Milano, 6 marzo 2017 - Con il nuovo Regolamento UE 2016/679 che diventerà operativo tra poco più di un anno, saranno previste pesanti sanzioni che potranno arrivare fino a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato annuo, e perciò il 2017 è l'anno cruciale per le aziende, che dovranno adeguarsi tassativamente entro il 25 maggio 2018.

Con il conto alla rovescia che scorre inesorabilmente, Federprivacy ha quindi programmato un ciclo di otto workshop dal tema "Il Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati", che si svolgeranno nelle città di Milano, Cosenza, Roma, Reggio Emilia, e Firenze.

La prima edizione si svolgerà all'Istituto Piero Pirelli di Milano il 21 marzo 2017, con l'accredito del Consiglio Nazionale Forense, e nella giornata di seminario gli esperti analizzeranno tutte le principali novità introdotte dal testo comunitario, che comporta un netto cambiamento di approccio rispetto al "vecchio" Codice della Privacy (Dlgs 196/2003), come spiega Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy: "Con il nuovo Regolamento europeo, le aziende pubbliche e private sono di fronte a una rivoluzione sulla gestione dei dati personali, con il principio di accountability che ribalta sui titolari ed i responsabili del trattamento l'onere di scegliere le misure di sicurezza adeguate ad ogni caso concreto e di dimostrare gli adempimenti, senza formalismi e badando alla sostanza - osserva Bernardi - Mancano 14 mesi alla scadenza, ma le attività di adeguamento possono richiedere diversi mesi per raggiungere la conformità normativa. Per questo le imprese sono chiamate ad attivarsi tempestivamente se non vogliono esporsi a multe pesantissime."

In, occasione del workshop, tutti i partecipanti riceveranno una copia omaggio della guida edita da Ipsoa "Privacy e regolamento europeo 2016/679" scritta da Nicola Bernardi e Antonio Ciccia Messina, autore di Italia Oggi, che sarà coordinatore dei lavori della giornata.

Per i partecipanti al workshop di Milano, è previsto il riconoscimento di 2 crediti formativi per gli avvocati, 10 crediti per i professionisti certificati come Privacy Officer con di TÜV Examination Institute, e anche 10 crediti ai fini dell'Attestato di Qualità dei servizi, che Federprivacy rilascia ai sensi della Legge 4/2013 come associazione iscritta al Ministero dello Sviluppo Economico.

Le successive tappe dei workshop dedicati al Regolamento Privacy UE in agenda prima della pausa estiva saranno poi a Cosenza il 3 aprile, il 10 maggio a Roma, e il 6 luglio a Reggio Emilia.

Ufficio Stampa Federprivacy
Email: press@federprivacy.it
Web: www.federprivacy.it
Twitter: @Federprivacy
Mobile: +39 335 147.33.33

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI