Home . Immediapress . Ict . Regolamento Privacy UE, convegno KPMG a Firenze

Regolamento Privacy UE, convegno KPMG a Firenze

ICT
Regolamento Privacy UE, convegno KPMG a Firenze

In attesa del nuovo Regolamento UE 2016/679 il Garante e il Nucleo Speciale Privacy della Guardia di Finanza svolgono regolarmente la propria attività ispettiva e comminano sanzioni sulla base del Dlgs 196/2003, che rimarrà in vigore fino al 24 maggio 2018. Se ne parla a Firenze durante un convegno patrocinato da Federprivacy

Incontro in Toscana sul nuovo Regolamento UE 2016/679, a cui parteciperà il Generale Gennaro Vecchione della Guardia di Finanza per parlare di attività ispettive e sanzioni. Crediti per avvocati e per Attestato di Qualità Federprivacy. Bernardi: "In attesa del Regolamento europeo non esiste una sorta di 'vacatio legis", perchè nel frattempo il Garante e il Nucleo Speciale Privacy svolgono regolarmente le loro attività ispettive e comminano multe in base al Dlgs 196/2003, che rimarrà in vigore fino al 24 maggio 2018". Cifra record di 11 milioni di euro di sanzioni a cinque società di money transfer

Firenze, 13 marzo 2017 - Manca poco più di un anno all'operatività del Regolamento UE 2016/679, a cui dovranno adeguarsi aziende e pubbliche amministrazioni entro il 25 maggio 2018, e KPMG ha organizzato un convegno a Firenze per fare il focus sulle nuove regole sulla protezione dei dati personali.

Se una delle novità del Regolamento Europeo che più preoccupa le imprese sono le sanzioni, che potranno arrivare fino a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato annuo dei trasgressori, in realtà il rischio per le aziende di vedersi infliggere multe da capogiro c'è già, come sottolinea Nicola Bernardi, presidente di Fedeprivacy: "Proprio nei giorni scorsi il Garante ha dimostrato che con le violazioni in materia di dati personali non si può scherzare, comminando in un solo colpo multe per una somma record di 11 milioni di euro a cinque società che operano nel settore del money transfer per aver usato in modo illecito i dati personali di più di mille persone inconsapevoli - osserva Bernardi - Le imprese quindi non possono temporeggiare lasciandosi ingannare dal fatto che manca ancora un anno alla scadenza come se nel frattempo esistesse una sorta di 'vacatio legis', perché l'Autorità e il Nucleo Speciale Privacy della Guardia di Finanza svolgono regolarmente le loro attività ispettive secondo la propria tabella di marcia, continuando ad applicare normalmente il regime sanzionatorio del Dlgs 196/2003, che rimarrà in vigore fino a maggio 2018".

Al convegno organizzato da KPMG interverrà il Generale della Guardia di Finanza Gennaro Vecchione, che parlerà proprio di attività ispettive e regime sanzionatorio alla luce del nuovo Regolamento. La partecipazione è gratuita previa prenotazione online.

Il programma dell' evento è patrocinato da Federprivacy, e si svolgerà giovedì 16 marzo 2017 all'Auditorium di CR Firenze, con 4 crediti formativi per gli avvocati, ed altrettanti per i soci Federprivacy ai fini dell'Attestato di Qualità dei servizi ai sensi della Legge 4/2013.

Ufficio Stampa Federprivacy
Email: press@federprivacy.it
Web: www.federprivacy.it
Twitter: @Federprivacy
Mobile: +39 335 147.33.33

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI