Home . Immediapress . Ict . L’Italia che guarda al futuro sceglie IBM come partner per l’innovazione

L’Italia che guarda al futuro sceglie IBM come partner per l’innovazione

ICT

Cloud, Intelligenza artificiale e Internet of Things sono tecnologie imprescindibili per una trasformazione digitale efficace ed efficiente. I casi di Gruppo Carige, Wind Tre, Gruppo 24 ore, Cooperativa Sole e KeyCrime.

La trasformazione digitale, lo confermano tutti gli indicatori, non è un’opzione ma una necessità per le aziende e per ogni realtà produttiva. In particolare, tecnologie come Cloud, intelligenza artificiale e “internet delle cose”, rappresentano ambiti fondamentali per attuare un’innovazione efficace ed efficiente. Capace, cioè, di estendere i benefici di questa trasformazione non solo al “mondo del fare” ma anche, e soprattutto, alle persone.

Molte realtà italiane hanno scelto IBM per intraprendere questo viaggio che dal presente punta dritto al futuro, ottenendo vantaggi competitivi che rendono migliori il loro lavoro e i loro servizi.

Alcuni esempi:

Gruppo Carige
“La partnership con IBM - dichiara Paolo Fiorentino, Amministratore Delegato di Banca Carige - rappresenta una svolta importante e un nuovo punto di partenza per Banca Carige. Con sempre maggiore energia potremo concentrarci sulla nostra attività tradizionale di banca commerciale e, grazie ad un partner internazionale di primissimo standing, raggiungere standard elevati di efficienza dei processi di business, all’avanguardia nel settore bancario. Potremo avvalerci di soluzioni sempre più innovative, grazie all’importante capacità di investimento di IBM per lo sviluppo di nuove tecnologie. Siamo onorati di poter condividere l’avvio di questa partnership, che crea valore sul nostro territorio di riferimento, alla presenza delle più importanti istituzioni locali. Il nome scelto per la Newco, “Dock Joined in Tech”, mette insieme le diverse anime delle nostre aziende: dock, che richiama il legame di Genova e della Banca con il mare e con le attività produttive e di servizi ad esso collegate, si unisce alla tecnologia e al fintech per rinnovarsi e innovare, al passo coi tempi”.
Link al comunicato stampa https://ibm.co/2HGyLo9

Wind Tre
Leader del mercato mobile in Italia, e tra i principali operatori alternativi nel fisso, ha siglato un accordo pluriennale con IBM per la fornitura di call center cognitivi di next generation, basati su IBM Cloud e IBM Watson. Un sistema innovativo basato su sofisticate soluzioni di analytics, predice il motivo di una chiamata da parte del cliente per indirizzarlo o su un agente virtuale “powered by IBM Watson” o su un addetto in caso di richieste molto complesse. L'obiettivo è risolvere le richieste più velocemente e in modo puntuale.

Gruppo 24 Ore
Importante gruppo italiano leader nell’editoria multimediale, per la sua banca dati top di gamma per commercialisti utilizza i servizi di artificial intelligence IBM Watson su IBM Cloud per consentire una consultazione più efficace, veloce e facile. Massimo Colombo, Direttore Generale Commerciale del Gruppo 24 ORE, ha dichiarato: “Le nostre banche dati per professionisti vengono arricchite ogni anno con un numero sempre maggiore di contenuti e approfondimenti. Contestualmente diventa fondamentale ridurre i tempi di ricerca dei clienti. Per questo ci siamo orientati verso il mondo dell’intelligenza artificiale con l’obiettivo di consentire agli utilizzatori della banca dati di interagire con il sistema di oltre 1,5 milioni di documenti in modo più facile e diretto tramite un servizio capace di rispondere in tempi rapidissimi a domande, anche molto complesse. Link al comunicato stampa https://ibm.co/2ML5xYa

Cooperativa Sole
Si occupa di assistenza agli anziani (Assisted Living Facilities), ha implementato IBM Watson IoT presso l'Oasi Serena, la sua residenza di Rimini, in Emilia-Romagna, sulla costa adriatica. In un progetto pilota, sono stati installati in tutta la struttura diversi sensori ambientali e indossabili che rilevano il movimento, la posizione e altro di ogni residente; tali device acquisiscono e analizzano i dati che vengono trasformati in informazioni utili e usati per avvisare in tempo reale il personale infermieristico quando l'attività quotidiana dei residenti si discosta dalla norma. In questo modo, gli infermieri possono facilmente definire le priorità per gestire i residenti che hanno urgente bisogno di assistenza, giorno e notte. La soluzione basata sull' IoT ha già aumentato l'efficienza operativa del 15-20%, in quanto gli operatori sanitari sono sempre più in grado di concentrarsi sulle attività principali. Inoltre, questi nuovi dati consentono a Cooperativa Sole di ridurre i fattori di rischio e migliorare l'assistenza personalizzata dei pazienti. Link al blog IBM global https://www.ibm.com/blogs/client-voices/ai-technology-innovation-elderly-care/. Link all’articolo di Maurizio Venturi su thinkMagazine http://ibm.biz/maurizioventuri.

KeyCrime
La “mission” di KeyCrime è di fornire soluzioni software “avanzate” alle forze di Polizia per supportarle nelle loro attività di prevenzione e contrasto al crimine. “Le tecnologie oggi proposte da IBM Cloud ben si integrano alla nostra soluzione aumentandone esponenzialmente: potenzialità, versatilità ed affidabilità”, questa la dichiarazione di Mario Venturi, Amministratore Delegato KeyCrime Srl, società nata sull’idea di realizzare un applicativo informatico cuore di un’innovativa tecnica investigativa che si basa sull’intelligenza artificiale.

Nell’era della proliferazione dei dati e della disruption, lo spartiacque tra chi adotta percorsi di trasformazione digitale e chi non lo fa sarà sempre più netto. L’unione tra intelligenze artificiali ed intelligenze biologiche rappresenta una grande opportunità per tutti che va colta nel momento giusto e con la collaborazione più ampia.

Maurizio Decollanz, Direttore della Comunicazione IBM Italia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.