Grandi mostre, su Sky Arte 'Alma-Tadema e i pittori dell'800 inglese'/VIDEO

'Grandi Mostre', il format di Ballandi Multimedia in onda su Sky Arte HD presenta giovedì 8 maggio alle 21.15 una puntata dedicata a 'Alma-Tadema e i pittori dell'Occento inglese', la splendida mostra allestita al Chiostro del Bramante a Roma.

Provengono da Città del Messico le 50 opere esposte al Chiostro del Bramante fino al 5 giugno. Sono parte della collezione privata di Juan Antonio Pèrez Simòn. A Roma sono presenti i quadri della pittura inglese del XIX secolo, dell'Aesthetic Movement e del Movimento Preraffaelita. E la pittura inglese del periodo della Regina Vittoria e di suo figlio Edoardo VII, costituì uno degli assi portanti della sua eclettica collezione. Pe'rez Simo'n ha contribuito incisivamente al recupero e alla riconsiderazione critica di una pittura che per quasi un secolo era stata guardata con sufficienza, tanto che questi lavori sono spesso ancora montati sulla tela originale e con le splendide cornici pensate dagli autori.

Il favore critico, che aveva circondato il lavoro di Alma-Tadema, padre dell'Aesthetic Movement, durante la vita, si ridusse infatti drasticamente dopo la sua morte nel 1912 e la sua reputazione riprese a brillare solo sessant'anni dopo. L'esposizione romana copre un arco cronologico che va dall'anno in cui si sciolse la Confraternita dei preraffaelliti, il 1860, fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale. Data che, soprattutto in Gran Bretagna, segna un drastico cambiamento di gusto e la sostanziale scomparsa dell'ultima generazione di artisti vittoriani. La raffinata e tecnicamente superba produzione del movimento, pressoche' inesistente nelle raccolte museali italiane, e' qui rappresentata da dipinti di alto livello di tutti i suoi principali protagonisti: da Millais a Rossetti, i padri preraffaelliti, insieme al poco piu' giovane Burnes Jones; da Frederic Leighton a John William Waterhouse, con al centro sir Alma-Tadema.

Una sorta di anello di congiunzione fra lo stile preraffaellita e l'impressionismo francese. Tutti autori accomunati da tendenze simili, ma ognuno con la sua personalità, i propri temi prediletti e il proprio personalissimo stile. L'Aesthetic Movement incarna i modi e le sfumature in cui si esprime la cultura figurativa inglese del periodo e in un clima di esasperato individualismo predica l'Art for Art. Le arti devono perseguire solo ideali di bellezza, sono solo veicolo dispensatore di piacere estetico. Rifiutato qualsiasi proposito di utilita' diverso dal raggiungimento del sublime. Le principali caratteristiche dello stile furono quindi suggestione, sensualita', grande uso di simboli. I temi la mitologia, il Medioevo, i drammi shakespeariani, ma anche scene di apparente quotidianita'. Al centro sempre la donna: musa o modella, incantatrice o principessa. Fanciulle eteree e attonite, con chiome fulve che incorniciano visi diafani illuminati da un sole che più che la potenza del Mediterraneo esprime i riverberi argentei dei cieli anglosassoni.