Jake Gyllenhaal e Johnny Depp aprono la parata di star al Lido per Venezia 72

Toccherà a Jake Gyllenhaal e Johnny Depp aprire mercoledì prossimo la parata di star attese sul red carpet del Lido per l'inaugurazione della 72ma Mostra del Cinema di Venezia . Gyllenhaal sarà nella città lagunare per presentare 'Everest', il lungometraggio che darà il via alla kermesse cinematografica, diretto da Baltasar Kormákur, che vede nel cast anche Keira Knightley, Josh Brolin e Robin Wright.

Depp torna al Lido dopo otto anni di assenza, con 'Black Mass', dove veste i panni del gangster irlandese Jimmy 'Whitey' Bulge, attivo a Boston che negli anni '70 inizia a collaborare con l'Fbi per eliminare la mafia italiana, loro nemico comune. Il film, fuori concorso, sarà proiettato il 4 settembre.

Quanto al concorso, il direttore del Festival Alberto Barbera ha selezionato 21 film in corsa per il Leone d'oro, tra i quali, oltre ai quattro italiani ('Sangue del mio sangue' di Marco Bellocchio, 'A Bigger Splash' di Luca Guadagnino, 'L'attesa' dell'esordiente Piero Messina e 'Per amor vostro' di Giuseppe Gaudino), 'Beasts of No Nation' di Cary Fukunaga, un regista statunitense-emergente noto per la serie televisiva cult 'True Detective'.

Tra le altre pellicole che aspirano al Leone d'Oro ci sono 'Anomalisa', un film d'animazione per adulti co-diretto dal regista indie statunitense Charlie Kaufman, e lo sci-fi 'Equals', con Kristen Stewart, oltre a 'Rabin, l'ultimo giorno' di Amos Gitai, sull'assassinio del leader israeliano.

Atteso il dramma di Tom Hooper sul cambiamento di sesso, 'The Danish Girl', con l'attore premio Oscar Eddie Redmayne, e 'Heart of dog', film d'esordio di Laurie Anderson: una riflessione sul lutto dell'artista statunitense per la morte di sua madre, del cane, e del marito Lou Reed, anche questa pellicola in lizza per il premio.

Il Leone d'oro sarà assegnato da una giuria di nove componenti guidata dal regista messicano Alfonso Cuaron, che con il suo 'Gravity' ha aperto la Mostra di Venezia nel 2013. Tra i giurati anche lo scrittore francese Emmanuel Carrère e l'attrice tedesca Diane Kruger.