Trasporto illegale di cani: la moglie di Johnny Depp rischia 10 anni di carcere

Accusata di importazione illegale e documenti falsi per i suoi cagnolini in Australia. Amber Heard, la giovane attrice moglie di Johnny Depp, rischia 10 anni di carcere. L'attrice è stata incriminata dalla corte di Queensland (Australia) - secondo quanto riportato da 'Metro.co.uk' - per avere portato segretamente i suoi due Yorkshire, Pistol e Boo, in Australia, mentre il marito Johnny Depp stava girando 'I pirati dei Caraibi 5'. L'attrice, però, non ha potuto presentarsi all'udienza che è stata rimandata al due novembre.

Il rigido ministro dell'Agricoltura Barnaby Joyce aveva dato disposizione che se i cani non fossero stati portati via entro 50 ore, si sarebbe provveduto all'abbattimento. Johnny Depp, inoltre, ha preso in giro pubblicamente il ministro, durante una conferenza stampa al Festival del cinema di Venezia. Alla domanda sui cani, ha risposto: "Li ho abbattuti e li odio, tutto su ordine di un tipo importante dell'Australia". I problemi sono sorti dopo che la coppia ha visitato 'Happy Dogz', un salone per cani e le foto sono state pubblicate su Facebook, testimoniando la loro presenza illegale.