Home . Intrattenimento . Spettacolo . Dalla Francia al Met, Pizzolato superstar ma poco in Italia

Dalla Francia al Met, Pizzolato superstar ma poco in Italia

La cantante in scena da martedì all'Opera di Firenze ne 'L'Italiana in Algeri' di Rossini

SPETTACOLO
Dalla Francia al Met, Pizzolato superstar ma poco in Italia

Marianna Pizzolato ne 'L'Italiana in Algeri' all'Opera di Firenze

"Sarò al Capitol di Toulouse, poi al Festival di Saint Denis, quindi a quello di Edinburgo con Antonio Pappano, e poi ancora a Boston, Brema e a ottobre al Metropolitan di New York con 'Guillaume Tell'". Un carnet di impegni all'estero quello di Marianna Pizzolato, mezzosprano rossiniano di altissima caratura, ma poco presente nei teatri italiani ("ci sono dei progetti per il 2017, ma ancora nulla di concreto"). Anche se da martedì prossimo sarà Donna Isabella, la scoppiettante protagonista de 'L'Italiana in Algeri' di Gioacchino Rossini, nella produzione firmata per la regia da Jean Font e diretta da Bruno Campanella, in scena all'Opera di Firenze fino al 26 marzo.

Un ruolo scritto da Rossini per Marietta Marcolini, cantante dalle straordinarie capacità vocali, e del quale oggi proprio Pizzolato è l'interprete di riferimento. "Quella di Firenze è la nona produzione dell''Italiana in Algeri' che canto, anche se come numero di recite, sono stata Donna Isabella sul palco circa una settantina di serate", afferma all'Adnkronos la cantante palermitana, che ama molto questo personaggio.

"E' una donna attualissima, caparbia, astuta - spiega la cantante - che con uno sguardo capisce tutto e centra sempre l'obiettivo. Gioca con la debolezza dei tre personaggi maschili dell'opera e ne fa uso a proprio piacimento. Studia tutte le soluzioni per arrivare al suo obiettivo finale, che è quello di riportare a casa in Italia il suo Lindoro. Tecnicamente, offre tutte le difficoltà tipiche del mezzosoprano rossiniano, con colorature, note puntate anche nel registro grave, e una scrittura che ruota prevalentemente sulla tessitura centrale. Dei tre grandi personaggi femminili di Rossini per il mio registro vocale (Rosina del 'Barbiere di Siviglia' e Angelina di 'Cenerentola', ndr) è quello che amo di più", sottolinea.

'L'Italiana in Algeri' è un'esilarante commedia ispirata a un fatto realmente accaduto: il rapimento di un'astuta signora milanese da parte dei corsari. L'opera, definita da Stendhal "la perfezione del genere buffo", fu messa in musica da Rossini su libretto di Angelo Anelli e andò in scena a Venezia il 22 maggio 1813. La produzione del Maggio Musicale Fiorentino vede in scena, accanto a Pizzolato, il basso Pietro Spagnoli nei panni di Mustafà, il tenore Boyd Owen in quelli di Lindoro, il basso Omar Montanari (Taddeo), il soprano Daniana Mizzi (Elvira), Lamia Beuque (Zulma) e Sergio Vitale (Haly). Le scene e i costumi sono di Joan Guillén, mentre le luci sono firmate da Albert Faura.

"E' una produzione molto colorata, divertente e mai pacchiana - sottolinea Pizzolato - con una regia moderna che valorizza i cantanti, sottraendoli alla convenzione di cantare fermi per tutta la durata delle arie, ma imponendo un modo di lavorare molto teatrale, fatto di sguardi e relazioni tra i personaggi. Tutto però sempre in accordo con la musica".

Quanto al direttore Campanella "è sempre attento e preparatissimo, accompagna molto bene i cantati ed è un grande conoscitore del repertorio rossiniano", precisa la cantante il cui prossimo impegno sarà vestire nuovamente i panni di Donna Isabella "al Capitol di Toulouse. Poi sarò al Festival di Saint Denis nella Nona di Beethoven con l'Orchestre National de France diretta da Michele Mariotti. Ancora Rossini con lo 'Stabat Mater', prima al Festival di Edimburgo con Antonio Pappano e dopo a Boston con Charles Dutoit, e con il 'Tancredi' a Bremen. Infine a ottobre il debutto al Metropolitan di New York, ancora con Rossini ('Guillaume Tell') con la direzione di Fabio Luisi". E in Italia? "Ci sono dei progetti per il 2017, ma ancora nulla di concreto", conclude Pizzolato.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI