Home . Intrattenimento . Spettacolo . 'Il Sistema', Fiamme Gialle contro criminalità nella nuova fiction di Rai1

'Il Sistema', Fiamme Gialle contro criminalità nella nuova fiction di Rai1

Claudio Gioè e Gabriella Pession protagonisti da lunedì 18 aprile dei sei appuntamenti della serie

SPETTACOLO
'Il Sistema', Fiamme Gialle contro criminalità nella nuova fiction di Rai1

Sei prime serate per un racconto di grande attualità che pone in luce gli sforzi di quanti, ogni giorno, lottano contro la criminalità organizzata mettendo in pericolo la loro stessa vita. Da lunedì 18 aprile, andrà infatti in onda su Rai 1 'Il Sistema', la nuova fiction della rete ammiraglia di Viale Mazzini che ci mostra il mondo delle Fiamme Gialle, un unicum nel panorama delle forze di polizia. Presentata oggi a Roma presso il Comando Generale della Guardia di Finanza, 'Il Sistema' è una co-produzione Rai Fiction - Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano, per la regia di Carmine Elia.

La fiction vede il ritorno da protagonista di Claudio Gioè sul canale principe della Rai, nei panni del maggiore Alessandro Luce, in forza al GICO di Roma - reparto scelto della Guardia di Finanza - che, partendo dall'indagine sulla morte del fratello, scoprirà 'il sistema' malavitoso che controlla la Capitale. "Abbiamo avuto il supporto preziosissimo dei Corpi Speciali per cercare di essere più realistici possibili - ha raccontato Gioè - e sono stato strafelice di confrontarmi con capitani e comandanti che mi hanno aiutato ad entrare meglio nel personaggio. E' un progetto che ho sposato sin dall'inizio perché è molto importante anche dal punto di vista culturale - ha sottolineato - Sono contento che i valori dell'onestà siano oggi in prima serata su Rai 1".

Accanto a Gioè, nel ruolo della fredda e affascinante contabile della malavita romana, ci sarà Gabriella Pession, tornata a recitare dopo il periodo di maternità. "Per me è un ritorno dopo essere diventata mamma e in questi mesi sono maturata molto - ha detto l'attrice - Il mio personaggio è estremamente reale, tridimensionale, ha in sé il buono e il cattivo, il bianco e il nero, è vittima ma anche mente del sistema. Spero di essere riuscita a portare sul piccolo schermo - ha aggiunto - la figura umana di una donna alle prese con la perenne lotta tra il bene e il male".

L'intento della fiction è quello di raggiungere un vasto pubblico per far comprendere alle persone quello che è il lavoro quotidiano della Guardia di Finanza. "Nel novembre del 2014 la Rai e la produzione ci hanno chiesto di vedere cosa fosse la Guardia di Finanza - ha raccontato il Generale di Brigata della GdF, Giovanni De Roma - Abbiamo fatto vedere loro i video operativi e le nostre strutture e siamo contenti sia nata questa fiction".

Alcuni dei fatti raccontati si riferiscono involontariamente a quanto accaduto a Roma per Mafia Capitale. "Di fatto abbiamo anticipato la realtà - ha detto Paola Lucisano - ma senza volerlo. Lo sforzo produttivo è stato importante, oltre ventidue settimane di riprese, perché la veridicità del racconto per noi era importante. L'idea - ha aggiunto la produttrice - era da tempo nei nostri cassetti e c'è stata una grande collaborazione nella scrittura anche con la Guardia di Finanza".

Nel cast, fra gli altri, anche Antonio Gerardi (Rosso - Romolo Fabrizi), Valeria Bilello (Floriana), Lino Guanciale (Michele Grandi), Massimo Bonetti (Oreste Setola), Ninni Bruschetta (Nicola Nardello), Massimo Venturiello (Alcamo) e Enzo Salvi (Manomozza). "Interpretare il Rosso è stato difficile - ha spiegato Gerardi - perché è spietato, è capace di uccidere per poco. Ho già interpretato il ruolo del cattivo in altre serie, stavolta riguardandomi mi sono davvero vergognato".

Entusiasti anche i vertici dell'azienda di Viale Mazzini per questi sei nuovi appuntamenti con il lunedì sera di Rai 1. "Siamo contenti dal punto di vista creativo - ha detto il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto - Combattere l'illegalità è un lavoro che va fatto quotidianamente e per la fiction credo ci sarà una ricaduta positiva per il solo fatto di raccontare una storia che rispecchia la realtà. La Rai c'è e ci sarà sempre per questo tipo di progetti - ha sottolineato - sia per la propria missione di servizio pubblico che per instillare nei cittadini l'idea che è necessario un lavoro quotidiano su questi temi".

Gli fa eco Andrea Fabiano, neo-direttore di Rai 1. "La fiction per Rai 1 è un pilastro fondamentale e irrinunciabile, alimenta non solo la programmazione ma anche l'identità del canale - ha evidenziato - Il supporto della Guardia di Finanza è stato fondamentale per questa produzione che porta valori in prima serata. Il pubblico, che ci sta premiando sin dall'inizio della stagione, spero e son convinto continuerà a seguirci anche da lunedì".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche la direttrice di Rai Fiction, Eleonora Andreatta, felice della possibilità di "raccontare una storia che ha il crisma della realtà. Il genere poliziesco che contrappone lo Stato alla malavita - ha sottolineato Andreatta - è un genere da servizio pubblico che mancava nella nostra programmazione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.