Crozza: "Calenda nominato da Fazio, per par condicio doveva giurare da Bonolis" /Video

"Carlo Calenda è il nuovo ministro dello Sviluppo economico, che mi va a sostituire la Guidi. Ho solo un dubbio... Abbiamo verificato prima che Calenda non abbia fidanzate alla Tamoil, ex mogli alla Esso?". Così Maurizio Crozza nella copertina di 'Di Martedì' su La7, condotto da Giovanni Floris. "Scherzo, lui è un fenomeno sin da quando era ragazzo ha aggiunto - ha fatto l'attore nel grande sceneggiato 'Cuore' diretto da suo nonno, Luigi Comencini. Pensa, faceva piangere l'Italia da piccolo figurati ora che è grande". E un'altra cosa: "Mi dà fastidio che abbia giurato al Quirinale. Renzi lo ha nominato da Fazio, allora per par condicio vai a giurare da Bonolis".

Nella sua copertina Crozza ha parlato anche del sindaco M5S di Livorno Logarin indagato, di Stefano Fassina, Stefano Fassina, il candidato di Sinistra Italiana le cui liste per le amministrative a Roma sono state escluse: "Io mi domanda: come fa uno a risolvere i problemi di una città come Roma se non riesce a compilare dei moduli. Fassina è l’unico che riesce a far sembrare Marino Abramo Lincoln".