La vendetta di La Russa: "Fiorello, anch'io ti so imitare" /Video

"Fiorello, posso prenderti in giro io e, come tu fai La Russa, io imito te: perché tu ti chiami Fiorello ma dovresti ricordarti di essere siciliano e ti devi far chiamare... Ro-sa-rio". Un Ignazio La Russa in veste di imitatore dell'imitatore a 'Una domenica da leoni', programma condotto su Rai1 da Massimo Giletti, si è lanciato in una gag che richiama quella creata dallo showman che lo ha visto protagonista in passato.

"Quando ho scoperto la mia imitazione fatta da Fiorello? Devo dire che mi è piaciuta molto" ha confessato l'esponente di 'Fratelli d'Italia', che ha raccontato: "Da giovane amavo il cabaret e credo che Fiorello sia stato una svolta. Si può fare satira senza essere offensivi: prima di lui non era così, dopo di lui è cambiato qualcosa".

"Grazie a lui ho guadagnato moltissimo in simpatia, anche se ho fatto in modo di non approfittarne, e a lui, gli dicevo, 'tu guadagni più soldi perché te lo chiedono'". E alla fine, ha ammesso La Russa, "la gente mi vedeva più come lui mi dipingeva che come io realmente fossi".