Home . Intrattenimento . Spettacolo . Narcos e Bogotà: l'intervista dei The Pills a... Pablo Escobar /Video

Narcos e Bogotà: l'intervista dei The Pills a... Pablo Escobar

SPETTACOLO
Narcos e Bogotà: l'intervista dei The Pills a... Pablo Escobar /Video

"A parte i baffi, posso dire che hai fatto un buon lavoro. Non ottimo... ma comunque buono". I The Pills 'incontrano' Pablo Escobar in Colombia per conto di Netflix.

O meglio: Luigi Di Capua - spedito nel Paese sudamericano assieme a Matteo Corradini e a Luca Vecchi - ha incontrato Wagner Moura (che interpreta il narcotrafficante) e Boyd Holbrook (il poliziotto della Dea, Steve Murphy) protagonisti di 'Narcos', la serie originale prodotta dalla Internet TV.

Un'intervista in cui, tra ironia e umorismo, ci si muove al limite tra 'vero e falso', parlando di uno spin off che vedrebbe Luigi Di Capua come protagonista nelle vesti di un giovane Escobar ai tempi del liceo. Scelta dovuta (anche) alla sua qualità più evidente: veri baffi, diversamente da Moura.

"Sarà una serie dedicata a un pubblico di 14enni e 15enni" scherzano i due, aggiungendo: "E poi crescono così in fretta e devi avere a che fare con i loro problemi... come la cocaina" e "Snapchat", prosegue Di Capua. "Sì, di quello bisogna parlarne...", suggerisce Moura.

Problema principale sarà il titolo. "Avevamo pensato a 'Bogotà Hills' o a 'Pablo's Creek'", racconta il 'Pills' Di Capua, richiamando le celebri serie adolescenziali degli anni Novanta 'Beverly Hills - 90210' e 'Dawson's Creek'.

Il post del filmato con l'intervista, in poche ore, ha già toccato quota quasi 8mila 'Mi Piace' e più di 1.000 condivisioni. "Siamo veramente contenti di mostrarvi quello che abbiamo fatto a maggio per conto di Netflix e Narcos", si legge sull'account Facebook dei 'The Pills'. E gli utenti, a suon di click, apprezzano.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI