Home . Intrattenimento . Spettacolo . Malika Ayane: "Sarò Evita in un musical che vuole arrivare alla gente"

Malika Ayane: "Sarò Evita in un musical che vuole arrivare alla gente"

L'artista sarà la grande leader argentina nel musical diretto da Massimo Piparo

SPETTACOLO
Malika Ayane: Sarò Evita in un musical che vuole arrivare alla gente

Malika Ayane sarà 'Evita' in un musical di Massimo Piparo

"Uno spettacolo che in qualche modo riporta la complessità musicale su un piano semplice e di massa, è una grandissima occasione per me è per Evita per arrivare a tanta gente". Così Malika Ayane si appresta ad affrontare una sfida "emozionante", quella di dare il volto (e la voce) ad Evita Peron nel musical diretto da Massimo Romeo Piparo, pronto al debutto il 9 novembre al Teatro della Luna di Milano.

"Musicalmente è una delle cose più complesse che io abbia affrontato -dice la talentuosa artista milanese- e richiede impegno vocale non indifferente. Ogni armonia è pensata, studiata a fondo". E col personaggio volitivo, determinato e forte di Evita dice di avere "molto in comune. Anche io sono una donna forte. Lei ha reso possibili cose che prima erano impensabili partendo non da un'ambizione folle, ma dalla volontà di emanciparsi".

Il musical, un'opera rock interamente cantata, avrà un'orchestra dal vivo e sarà per la prima volta presentato interamente in italiano. Una scelta che il regista Massimo Piparo spiega così: "Evita ha cambiato il modo di fare politica delle donne. Ora, proprio alla vigilia di un possibile cambio di scena mondiale che vedrebbe per la prima volta una donna a capo di una potenza mondiale (nel caso di una vittoria di Hillary Clinton alle presidenziali americane, ndr), l'argomento è di grande attualità. Lei ha fondato il primo partito femminista, è la storia di una Cenerentola che dalle borgate lontane ed è un po' il sogno di tanti. Per questo volevo che tutti la capissero, senza bisogno di una traduzione. Siamo un paese non anglofono, purtroppo".

La scelta dell'orchestra dal vivo non influenzerà il carattere rock dell'opera. "Abbiamo sottolineato la componente rock nonostante l'orchestra sinfonica", ha sottolineato il regista, che ha spiegato di aver scelto Malika per una serie di motivi. "Ho puntato su un'artista che ho sempre ritenuto di grande personalità -ha detto- e grande carattere, un talento riconoscibile e originale. Lei è una delle pochissime artiste che vengono a fare un musical con lo spartito in mano, conosce la musica". Una scelta felice perché "credo che il musical italiano tra qualche giorno saprà di avere una nuova perla", ha aggiunto.

Dopo alcune anteprime a Bari il 4, 5 e 6 novembre, lo spettacolo andrà in scena in prima assoluta a Milano per poi proseguire Genova, Firenze e Trieste ed approdare al Teatro Sistina di Roma a Natale. Ma Piparo rivela che lo show "nasce per l'estero", facendo intendere dunque un tour che proseguirà nel resto dell'Europa. "All'estero andrà in inglese -ha spiegato- ci rimetteremo al lavoro per tradurlo". Ma senza Malika, che verrà riassorbita dai suoi impegni musicali. Anche Sanremo? "No grazie, a febbraio devo dormire".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI