Home . Intrattenimento . Spettacolo . Per Warner Bros più commedia italiana dal 'cinepanettone' in poi

Per Warner Bros più commedia italiana dal 'cinepanettone' in poi

SPETTACOLO
Per Warner Bros più commedia italiana dal 'cinepanettone' in poi

Tom Hanks in una scena di 'Sully' di Clint Eastwood

"I film italiani sono una parte importante del nostro listino, e non da oggi. Siamo molto felici di 'esordire' con un classico film di Natale 'Poveri ma ricchi' di Fausto Brizzi e nel corso dell'anno arriveremo a quattro, cinque film italiani. Saremmo lieti in particolare, di incidere di più nel segmento della commedia all'italiana". Parola di Barbara Salabè, numero uno di Warner Bros Italia, che al listino 2017 arriva sull'onda di una chiusura 2016 con il Biglietto d'Oro incassato come società per il numero di spettatori durante l'anno.

Posto che per Salabè "ci sono segnali di stanchezza del pubblico riguardo alle commedie italiane", alla Warner "piacerebbe molto contribuire a rivitalizzare il genere, anche puntando su grandi nomi, già affermati", aggiunge Salabè, all'Adnkronos.

Intanto la Warner ha nelle sale italiane in questo inizio dicembre uno dei titoli più quotati per l'Oscar, 'Sully' di Clint Eastwood con Tom Hanks, la trasposizione cinematografica del cosiddetto 'Miracolo sull'Hudson', nel quale si salvarono tutti i 155 passeggeri di un aereo che compì un atterraggio d'emergenza nel fiume. Seguono i due film natalizi della Warner Italia, 'Peppa Pig: in giro per il mondo' dal 3 dicembre per i più piccoli e appunto 'Poveri ma ricchi' dal 15 dicembre, nella miglior tradizione dei 'cinepanettoni'. Per capodanno e Befana ancora animazione con 'Masha e orso... e nuovi amici' e l'avventura nello spazio con 'Passengers' in 3D.

Nella lunga marcia dei, tanti, titoli attraverso il 2017, pianificata per ora fino al termine di giugno, Salabè sottolinea, in termini di capacità di impatto, i due titoli nel filone dei supereroi, ovvero 'Wonder Woman', programmato per inizio giugno, e 'Justice League' che arriverà nelle sale nella seconda parte dell'anno. "Le trasposizioni cinematografiche degli eroi dei fumetti mantegono il loro appeal purchè, come in questi casi i film che li raccontano siano pienamente 'moderni'. 'Wonder Woman' ad esempio offre una rilettura ironica e 'mitologica' del personaggio, nella stessa logica che è stata usata per 'Animali fantastici'", afferma Salabè. Tra i 'gioielli' del listino la presidente di Warner Bros Italia include poi 'King Arthur: il potere della spada', un'altra produzione in 3D, di Guy Ritchie, che arriverà verso la fine di marzo, e, a fine agosto, il 'Dunkerque' di Nolan, oltre allo 'Spider-Man: Homecoming' della Sony in uscita a inizio luglio e, vero film monumento del 2017, un altro titolo Sony: 'Blade Runner 2049', sequel del film di Ridley Scott, che lo coproduce, diretto da Denis Villeneuve.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI