Home . Intrattenimento . Spettacolo . Tiziano Ferro: "Il mio nuovo inizio col 'Mestiere della vita'"

Tiziano Ferro: "Il mio nuovo inizio col 'Mestiere della vita'"

SPETTACOLO
Tiziano Ferro: Il mio nuovo inizio col 'Mestiere della vita'

Tiziano Ferro

“Questo disco è un nuovo inizio, perché l’ho scritto da solo in una camera come facevo quando ho iniziato 15 anni fa, divertendomi e cazzeggiando senza pensare che sarebbe diventato un album e senza ancora avere un contratto per farlo e quindi senza la pressione di una scadenza. Poi una mattina mi sono svegliato e il disco era lì”. Tiziano Ferro pubblica domani il suo sesto album di inediti, a 5 anni dall’ultimo ‘L’amore è una cosa semplice’ e a due dalla raccolta ‘Tzn – The best of Tiziano Ferro’: 13 tracce in cui il cantautore conferma la forza espressiva di sempre, con una scrittura intensa, sincera e personale, che racconta la sua ‘seconda vita’. “I contenuti rispecchiano l’anagrafe, quello che sono oggi, quindi con un atteggiamento più all’attacco, un po’ più aggressivo rispetto ai miei inizi”, sottolinea.

Musicalmente, accanto alle due ballate ‘Potremmo ritornare’ e la title track ‘Il mestiere della vita’, l’elettronica e la programmazione ritmica sono protagoniste con suoni spigolosi e asciutti. E proprio su ‘Potremmo ritornare’, primo singolo estratto dall’album e già una hit, Tiziano è ‘costretto’ (dalle migliaia di fan lo hanno interpretato sui social come una struggente canzone di amore perso e ritrovato) a spiegare: “Non parla di una storia d’amore ma nessuno l’ha capito. Non vedevo l’ora di presentare il disco per dirvelo. Io l’ho scritto pensando ad una persona che non ho più accanto e che peraltro è una donna”, sottolinea il cantante che ha fatto outing sulla sua omosessualità già da qualche anno. “Un uomo - aggiunge ridendo – non meriterebbe una così. Ma poi cantare ‘torna da me’… non esiste… io non credo ai ritorni in amore”.

In diversi brani del disco tornano temi che sono cari al cantautore da tempo: il perdono nel brano 'Ora perdona' ("credo che il vero coraggio non sia nell'odio ma nella capacità di perdonare"), la paura ("vi auguro di non fare mai delle scelte per paura, le canzoni mi aiutano a svelarla per riderle addosso"), la rabbia (in questo disco più presente che in altri come nel brano 'Casa è vuota', forse il pezzo più 'incavolato' dell'album).

Tiziano insomma si è messo a nudo e lo ha fatto anche nella cover (una ricostruzione urbana surreale ispirata alla città di Los Angeles) che racconta una parte della sua nuova vita: “Ci ho messo dieci anni per farmi piacere Los Angeles, la trovavo così distante, ora invece ho preso casa lì, anche se faccio avanti e indietro”. E infatti questo disco, dopo la prima scrittura in solitudine è stato tutto ‘vestito’ a Los Angeles insieme a Michele Canova e a diversi altri collaboratori che lo hanno affiancato in alcuni brani tanto nei testi quanto nella musica.

Per non parlare dei duetti: il brano di apertura 'Epic' scritta insieme a Baby K, 'Il confronto' cantata con Carmen Consoli ("la considero una delle mie canzoni migliori ed ho pensato che era quella giusta per cantarla con la mia artista preferita") e infine 'My steelo' feat. Tormento (il rapper con cui, 17enne, condivise da cantante solista un tour con i Sottotono), una canzone dalle sonorità hip hop che recita: "Roma le mani su, Milano su, e chi ci odia resta giù". Un brano destinato a diventare la colonna sonora dei concerti negli stadi che Tiziano terrà la prossima estate.

Un tour che ha già venduto 200.000 biglietti e che dopo il raddoppio della data di Milano, registra oggi la 'doppietta' anche all'Olimpico di Roma (oltre al 28 giugno anche il 30), che porta le date attualmente annunciate ad 11: "Sono troppo felice della doppia data nella mia Roma", dice l'artista che promette: "Sarà un tour al servizio della musica e del divertimento. Io no ho mai fatto concerti egoriferiti e non condivido l'atteggiamento di alcuni miei colleghi che si rifiutano di cantare insieme al disco nuovo i loro grandi successi. Lo trovo autolesionistico e scorretto nei confronti di chi ci segue. Quindi ci sarà il disco nuovo ma anche una parte dei ricordi più belli degli altri dischi".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI