Home . Intrattenimento . Spettacolo . "E dopo Carosello tutti a nanna": 60 anni fa nasceva il mito

"E dopo Carosello tutti a nanna": 60 anni fa nasceva il mito

SPETTACOLO
E dopo Carosello tutti a nanna: 60 anni fa nasceva il mito

(Fermo immagine Rai)

"E dopo Carosello tutti a nanna". E' la frase che milioni di bambini italiani, tra la fine degli anni '50 e la fine dei '70, hanno sentito pronunciare dalle loro mamme prima di sedersi davanti alla tv per assistere all'imperdibile appuntamento serale.

Andato in onda prima sul Programma Nazionale e poi sulla Rete 1 della Rai dal 3 febbraio 1957 al 1° gennaio 1977 dalle ore 20.50 alle 21.00, oggi il Carosello spegne sessanta candeline.

In totale sono 7.261 gli episodi trasmessi nei vent'anni di storia della celebre trasmissione, caratterizzata da un format molto semplice: una serie di sketch divertenti, intermezzi musicali o cartoni animati seguiti da un messaggio pubblicitario.

Alla realizzazione di molti di questi episodi parteciparono, in veste di registi, alcuni dei nomi più importanti del cinema italiano, come Federico Fellini, Pier Paolo Pasolini, Sergio Leone e Gillo Pontecorvo, solo per citarne alcuni.

Da Calimero a Susanna tutta panna, passando per Carmencita e Jo Condor, la galleria del Carosello si è arricchita col tempo di personaggi di fantasia entrati nel cuore di grandi e piccini. Il successo riscosso da questi antesignani degli odierni 'spot' pubblicitari ha contribuito alla popolarità di prodotti come AVA, Nutella, Lavazza e Invernizzi.

Ecco alcuni degli sketch più famosi, per festeggiare i 60 anni del Carosello:

- CALIMERO PER MIRALANZA

- CARMENCITA PER LAVAZZA

- JO CONDOR PER NUTELLA

- SUSANNA PER INVERNIZZI

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI