Home . Intrattenimento . Spettacolo . Sky celebra l'arte e la rigenerazione di Napoli in un festival diffuso

Sky celebra l'arte e la rigenerazione di Napoli in un festival diffuso

SPETTACOLO
Sky celebra l'arte e la rigenerazione di Napoli in un festival diffuso

(Erri De Luca, Nicky Nicolai e Stefano Di Battista, tra i protagonisti del Festival di Sky Arte)

Tre giorni di eventi, spettacoli, musica, fotografia, incontri e performance con i protagonisti della scena artistica italiana e internazionale. Dal 5 al 7 maggio Sky Arte celebra Napoli e la sua rigenerazione con un festival diffuso nei luoghi più belli e simbolici della città. "Napoli - afferma l'amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia - è una città che ha una profondità culturale straordinaria, ma è ancora troppo spesso sottovalutata".

In questo momento, però, "la città sta vivendo un momento di grande fermento e rinascita". E "in questo percorso, un ruolo fondamentale lo hanno avuto la cultura e la bellezza". Elementi, questi, "capaci di stimolare il pensiero critico, specie nelle menti dei giovani". Per questo "abbiamo pensato di organizzare un evento nelle strade e tra le persone per aprire le porte al contatto con l'arte e i suoi protagonisti", oltre che per dare "un segnale della volontà della città di non voler rimanere ferma, ancorata al passato, ma di guardare avanti e migliorarsi". Si tratta, sottolinea Zappia, del "primo festival che Sky dedica all'arte", un "sogno che diventa realtà, frutto di un lungo e articolato lavoro di ideazione, al quale ci siamo dedicati con grande entusiasmo ".

Organizzato in collaborazione con il polo museale della Campania e con il patrocinio del Comune di Napoli e dell'Università Federico II, il festival, spiega il direttore di Sky Arte Roberto Pisoni, avrà come 'quartier generale' il museo Pignatelli, tra i più significativi esempi di architettura neoclassica della città. In programma incontri e workshop con un reading dedicato a Elena Ferrante, un evento con Carlo Lucarelli e masterclass di musica con Manuel Agnelli, di fotografia con Oliviero Toscani e di recitazione con Cristina Donadio, Geppy Cucciari e Piera Detassis. Nella veranda della villa, inoltre, il cantautore francese Benjamin Biolay, per la prima volta in Italia, si esibirà in un concerto esclusivo.

L'evento inaugurale, la sera di venerdì 5 maggio, sarà ospitato al Madre-museo d'arte contemporanea Donnaregina, con la proiezione in anteprima del documentario 'Fabio Mauri – ritratto a luce solida'. E poi cinema serale all'aperto nel cortile del museo, eventi alle Gallerie d’Italia, con lo storico dell'arte Claudio Strinati che inaugurerà l'opera di Caravaggio 'I Musici'. Teatro e musica nella basilica di San Gennaro Extra Moenia, con Mimmo Borrelli che porterà in scena lo spettacolo 'Napucalisse' e un concerto-reading di Erri De Luca, dove le parole del celebre scrittore saranno arrangiate da Stefano Di Battista e interpretate da Nicky Nicolai.

Baba Sissoko, Zulù dei 99Posse, Jovine e altri animeranno il Funky Tomato Party in Piazza Sanità, mentre il Lungomare Caracciolo ospiterà un'installazione dell'artista francese JR. A chiudere il festival sarà Vinicio Capossela con un concerto-evento nella basilica di Santa Maria della Sanità.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI