Home . Intrattenimento . Spettacolo . E' morto Daniele Piombi, il gentiluomo della tv

E' morto Daniele Piombi, il gentiluomo della tv

SPETTACOLO
E' morto Daniele Piombi, il gentiluomo della tv

(Fotogramma)

"Oggi, la televisione italiana ha perso uno dei suoi più grandi protagonisti". E' con queste parole pubblicate sulla pagina Facebook che si dà notizia della scomparsa di Daniele Piombi, il popolare presentatore della televisione è morto a 84 anni. Tra i volti più noti del piccolo schermo, Piombi era nato a San Pietro in Casale, in provincia di Bologna, il 14 luglio del 1933.

Da 'Il Cantagiro' al Festivalbar passando per il Premio Regia Televisiva. Daniele Piombi ha scritto una delle pagine più significative della storia della televisione italiana. Nato da una famiglia borghese, Piombi ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo del giornalismo e dello spettacolo fin dagli anni dell'università quando iniziò ad esibirsi in riviste studentesche. Deve il suo ingresso nel mondo dello spettacolo all'incontro con un impresario modenese che gli offrì di presentare una tournée dei sei cantanti in gara al Festival di Sanremo 1956: Luciana Gonzales, Clara Vincenzi, Franca Raimondi, Tonina Torrielli, Ugo Molinari e Gianni Mazzocchi, che si esibirono per tutta l'Emilia Romagna.

Trasferitosi a Milano negli anni '50, Piombi ha esordito ventiduenne nel programma televisivo 'Viaggiare', trasmesso dalla Rai nel 1955, condotto in coppia con Renée Longarini, che ha segnato l'inizio di una lunga carriera televisiva e radiofonica, abbandonando definitivamente le ambizioni da giornalista.

Ma il suo nome è legato in modo particolare a molte manifestazioni canore della televisione italiana: il 'Cantagiro', 'Un disco per l'estate', il 'Festival di Napoli', di cui ha condotto quattro edizioni per la Rai e due per Napoli Canale 21, con il titolo 'Festival della Canzone Napoletana' e 'Nuove Tendenze', 'Piccola ribalta', trasmissione musicale della Rai di cui ha condotto sei edizioni, l'edizione del 1967 del Festivalbar, presentata in coppia con Vittorio Salvetti, e i collegamenti dal Casinò per tre edizioni del Festival di Sanremo, nel 1980, 1982 e 1983.

Nel 1960 ha inventato il premio Regia Televisiva, manifestazione che attribuisce i cosiddetti Oscar TV, l'equivalente televisivo del premio David di Donatello per il cinema e del premio Ubu per il teatro in Italia. Il longevo programma, da lui condotto a partire dal 1961, partito dall'hotel Astoria di Reggio Emilia, si è svolto negli anni a Salsomaggiore Terme, Sanremo e Giardini Naxos.

Piombi ha diretto, inoltre, numerose trasmissioni legate alla musica come 'Canzoniere italiano' e 'Anteprima Sanremo', e dopo essere stato commentatore per la Rai dell'Eurovision Song Contest 1988, nel biennio 1988-1989 ha condotto due edizioni della manifestazione canora 'Napoli prima e dopo'.

Nel 1998 ha condotto su Rai 1 'Linea bianca', programma dedicato alle località montane italiane. Il suo più recente impegno televisivo si è svolto per Rai International, dove ha realizzato dieci puntate sul 'Made in Italy', dedicate agli stilisti, alla moda di gioielli e pelletterie italiani e, nello stesso periodo, ha realizzato il documentario L’itinerario di Colombo nella Repubblica Dominicana, venduto in tutto il mondo. Nell'ultima parte della sua carriera, Piombi si è concentrato sull'Oscar Tv, che continuava a condurre annualmente, limitandosi per il resto a partecipare come ospite in vari programmi.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI