Home . Intrattenimento . Spettacolo . Vanessa Incontrada criticata per il peso, Carlo Conti la difende con un post

Vanessa Incontrada criticata per il peso, Carlo Conti la difende con un post

SPETTACOLO
Vanessa Incontrada criticata per il peso, Carlo Conti la difende con un post

"Vanessa sei una delle donne più belle, intelligenti, brave, che ama il proprio lavoro... Che io conosca... Continua sempre così ! E non ti curar di loro..... sei bellissima..". Carlo Conti, con un post su Instagram, intende chiudere il 'caso' sulla forma fisica di Vanessa Incontrada che a sua volta, in un post, a tutti coloro che l'hanno difesa scrive: "La felicità è sentirsi amata. Grazie".

La felicità è sentirsi amata Grazie Besitos Amigos

Un post condiviso da Vanessa Incontrada (@vanessa_incontrada) in data:

Non è la prima volta che l'attrice e presentatrice di origine spagnola viene presa di mira per il suo peso. La sua presenza sul palco dei Wind Music Awards ha scatenato le critiche di chi pensa che la 38enne abbia accumulato qualche chilo di troppo. Così, durante la trasmissione, è stata oggetto di insulti e pesanti prese in giro sui social.

In realtà sui social stessi si è scatenata una vera 'guerra' tra i detrattori e i molti che invece hanno difeso la Incontrada per essere in realtà una "donna (figa) normale", "sempre bella e solare". A scendere in campo anche Selvaggia Lucarelli ed Elisa D’Ospina, top model curvy. La prima su Facebook non ha risparmiato un 'autore di offese' accusato di aver "bullizzato" la presentatrice. Mentre la seconda, definendo "alquanto imbarazzanti" alcuni commenti, li accusa di "portare davvero le persone a mettersi due dita in gola e a non mangiare più per star dentro a quella scatola".

Elisa D'Ospina, parlando anche degli "haters che insultavano Rihanna per qualche chilo in più", in un altro post scrive come chi la incontra dal vivo le dica di essere 'molto più magra rispetto alla tv': "Perché quel 'magra' per molti è un complimento. Odio le ostentazioni, odio l'eccessiva esibizione del corpo e odio il forzare di dover far apparire normale ciò che è normale. Eppure alle volte sarebbe la risposta degna a certi personaggi che son considerati anche 'penne intelligenti' di quotidiani nazionali e i loro amichetti che hanno l'età di mio padre che da due anni bullizzano sui social anche la sottoscritta. Eh signori miei, i leoni da tastiera sono nulla a confronto del livello di frustrazione che impera in questa società".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.