Home . Intrattenimento . Spettacolo . Countdown per la Mostra di Venezia che fa il pieno di star e di novità

Countdown per la Mostra di Venezia che fa il pieno di star e di novità

SPETTACOLO
Countdown per la Mostra di Venezia che fa il pieno di star e di novità

Nuovo look, con il restyling all'insegna di un recupero 'vintage' delle sue strutture principali, una varietà di generi e linguaggi mai vista prima, una presenza italiana imponente e una parata di star internazionali grazie soprattutto ai film americani, che ormai vedono il Lido come un importante trampolino per le candidature agli Oscar. Sono questi gli ingredienti della Mostra del Cinema di Venezia che alzerà il sipario mercoledì 30 agosto, con un dispositivo di sicurezza senza precedenti, imposto dalle minacce del terrorismo.

Come da tradizione, la kermesse avrà una preapertura martedì 29 agosto, ma anche questa sarà all'insegna della novità: alle 20.30 nella Sala Darsena del Lido, infatti, un pubblico di invitati potrà assistere alla proiezione di 'Rosita', il film muto diretto da Ernst Lubitsch nel 1923, con la partitura originale della colonna sonora che verrà eseguita live dalla Mitteleuropa Orchestra, diretta da Gillian Anderson.

Ma l'inaugurazione vera e propria del festival veneziano avverrà il giorno dopo, con la cerimonia d'apertura fissata per le 19 nella Sala Grande del Cinema, dove ad introdurre i 'padroni di casa', il presidente della Biannale Paolo Baratta e il direttore della Mostra Alberto Barbera, sarà per la prima volta un 'padrino', Alessandro Borghi, e non una madrina come sempre negli ultimi anni. Per l'occasione al Lido arriverà anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Sul red carpet inaugurale sfileranno una quantità di vip e addetti ai lavori, capitanati dai giurati impegnati nelle varie sezioni della mostra, a partire dal concorso principale, dove a decidere a chi andrà il Leone d'Oro 2017 saranno quest'anno la presidente Annette Bening, coadiuvata da Ildikó Enyedi, Michel Franco, Rebecca Hall, Anna Mouglalis, David Stratton, Edgar Wright, Yonfan e dall'attrice italiana Jasmine Trinca. E naturalmente ci sarà anche il cast del film d'apertura in concorso, 'Downsizing' di Alexander Payne, che verrà proiettato subito dopo la cerimonia e che porterà al Lido anche i protagonisti Matt Damon, Kristen Wiig e Hong Chau.

Nel pomeriggio invece, in Sala Darsena, sarà il film 'Nico, 1988' della regista italiana Susanna Nicchiarelli ad inaugurare la ezione Orizzonti, con Tryne Dyrholm nei panni di una delle più importanti icone pop del novecento: la modella dalla bellezza leggendaria negli anni '60, storica musa di Andy Warhol e cantante dei Velvet Underground.

Giovedì 31 vedrà scendere in campo due film americani in concorso, con cast di grande richiamo: 'First Reformed' di Paul Schrader con Ethan Hawke e Amanda Seyfried e 'The shape of water' di Guillermo del Toro con Sally Hawkins, Richard Jenkins e Octavia Spencer. Ma la giornata offrirà altre due chicche per il pubblico italiano e non solo: il primo cortometraggio di Gianni Amelio, 'Casa d'altri', il cui il regista regala il suo personale sguardo sul dramma umano e civile vissuto dalla comunità di Amatrice nel terremoto del 24 agosto 2016; e 'The Devil and Father Amorth', documentario fuori concorso di William Friedkin, in cui il regista dell'indimenticabile 'L'esorcista' del 1973, mostra un vero esorcismo filmato nel nord Italia, eseguito da Padre Amorth ad una donna che non è riuscita ad essere salvata dalla psichiatria.

Venerdì primo settembre in primo piano due mostri sacri del cinema americano, Jane Fonda e Robert Redford, verranno omaggiati con il Leone d'Oro alla Carriera e per l'occasione porteranno al Lido il loro ultimo film 'Our souls at night' di Ritesh Batra, i cui sono due vedovi attempati che fanno amicizia dopo essersi ignorati per anni pur essendo vicini di casa. Altra proiezione molto attesa della giornata di venerdì è quella di 'Human Flow', il documentario in concorso di Ai Weiwei che affronta in maniera poetica e artistica il tema attualissimi della crisi mondiale dei rifugiati e delle migrazioni.

Il sabato, come da tradizione, sarà una giornata clou: in concorso passerà il nuovo film da regista di George Clooney, 'Suburbicon', che porterà sul red carpet dal Palazzo del Cinema un supercast composto dai protagonisti Matt Damon, Julianne Moore, Alexandre Desplat e Grant Heslov. Ma gli amanti del gossip sono ansiosi di sapere se con Clooney sfilerà anche la moglie Amala Alamuddin e se a Venezia il divo arriverà anche con i due gemelli nati nel giugno scorso. Fuori concorso passerà, a tarda sera, uno dei pugni nello stomaco del festival: 'Brawl in cell block 99 di S. Craig Zahler con Vince Vaughn e Jennifer Carpenter, impegnati in film violentissimo.

Sempre fuori concorso passerà anche l'italiano 'Diva!' di Francesco Patierno dedicato a Valentina Cortese, che porterà sul tappeto rosso un cast corale quasi tutto al femminile composto da Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D’Amico, Isabella Ferrari, Carlotta Natoli, Greta Scarano, Anna Foglietta e Michele Riondino. Tra le proiezioni speciali anche 'Lievito Madre - Le ragazze del secolo scorso' di Concita De Gregorio ed Esmeralda Calabria. E ancora, per la sezione Cinema nel Giardino', l'anticipazione di 'Suburra - La serie' diretta da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi e interpretata da 'padrino' della mostra Alessandro Borghi, con Giacomo Ferrara, Eduardo Valdarnini, Francesco Acquaroli, Filippo Nigro e Claudia Gerini.

Domenica 3 settembre riflettori puntati su due titoli in particolare: 'The Leisure Seeker', il film di Paolo Virzì in concorso, girato in Usa con Helen Mirren e Donald Sutherland, e 'Victoria & Abdul' il film di Stephen Frears fuori concorso con Judi Dench, Ali Fazal ed Eddie Izzard. Sempre fuori concorso 'The private life of a modern woman' di James Toback, che porterà al Lido i protagonisti Sienna Miller, Alec Baldwin e Charles Grodin.

Lunedì 4 settembre, scenderà nell'arena del concorso il secondo film italiano, 'Una Famiglia' di Sebastiano Riso, ma anche 'Three billboards outside ebbing, Missouri' di Martin McDonagh (Gran Bretagna) con Frances McDormand, Woody Harrelson e Sam Rockwell, e 'Ex Libris', il documentario di Frederick Wiseman sulla New York Public Library. Mentre fuori concorso verrà proposto 'Michael Jackson’s Thriller 3D' di John Landis che manderà in visibilio i fan di Jacko. Per Orizzonti è invece in programma il film più disturbante del festival, per stessa ammissione di Barbera: 'Caniba', il doc in cui i registi ed antropologi francesi Verena Paravel e Lucien Castaing-Taylor, forniscono un ritratto senza filtri del 'cannibale della Sorbona', il giapponese Issei Sagawa, che nel giugno del 1982, uccise e mangiò a Parigi la sua compagna di studi olandese Renee

Martedì 5 settembre è invece atteso in concorso 'Mother!' il nuovo inquietante film di Darren Aronofsky con un cast stellare che annovera Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Michelle Pfeiffer ed Ed Harris. Mentre fuori concorso si annuncia divertente 'Jim & andy: the great beyond - The story of Jim Carrey & Andy Kaufman with a very special, contractually obligated mention of Tony Clifton' di Chris Smith con Jim Carrey.

Nello stesso giorno in Orizzonti anche il film d'animazione italiano ma soprattutto napoletano 'Gatta Cenerentola' di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone con le voci di Alessandro Gassmann, Maria Pia Calzone e Massimiliano Gallo.

Mercoledì 6 settembre sarà la volta del terzo film italiano in concorso: la commedia musicale in salsa partenopea e neomelodica 'Ammore e malavita', firmata dai Manetti Bros. e interpretata da Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini e Carlo Buccirosso. Fuori concorso ma con riflettori puntati sui due protagonisti 'Loving Pablo' di Fernando León de Aranoa che vede recitare insieme una delle coppie più amate del cinema internazionale: Javier Bardem e Penélope Cruz che non passeranno certo inosservati sul red carpet.

Giovedì 7 settembre saranno protagonisti in concorso 'Mektoub, my love: canto uno' di Abdellatif Kechiche e fuori concorso 'Il colore nascosto delle cose' di Silvio Soldini con Valeria Golino alle prese con l'impegnativo ruolo di una donna non vedente. Sempre per l'Italia, in Orizzonti, è in programma 'Brutti e cattivi' di Cosimo Gomez con Claudio Santamaria, Marco D’Amore e Sara Serraiocco.

Venerdì 8 settembre verrà invece proiettato l'ultimo film italiano in concorso 'Hannah' di Andrea Pallaoro, tutto construito su una magistrale interpretazione di Charlotte Rampling. Infine, sabato 9 settembre, sarà 'Outrage coda' di Kitano Takeshi il film di chiusura, fuori concorso, della Mostra 2017, che in serata serata assegnerà il Leone d'Oro e tutti gli altri premi.

Tra le innovazioni della Mostra di quest'anno non si può infine non citare la nuova sezione Venice Virtual Reality, ospitata sull'isola del Lazzaretto Vecchio, e che propone installazioni video, fiction in realtà virtuale e prodotti in diverse tecniche di realtà aumentata, dove l'unica opera italiana presente è 'Gomorra Vr - We own the street', che porta in vita il mondo di Gomorra, in una nuova dimensione, e faa da raccordo tra la seconda e la terza serie, che arriverà a novembre su Sky Atlantic HD.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI