Giampaolo Morelli: "Coliandro da reietto a cult grazie ai suoi difetti"

di Antonella Nesi

"Se penso che Coliandro è stato bloccato due anni mezzo nei cassetti e poi mandato in onda ad agosto, perché mezza Rai lo amava e l'altra mezza lo riteneva una porcheria ed ora è un cult, provo una certa soddisfazione. Il suo segreto è il suo essere pieno di difetti e anche in questa serie lo ritroverete fedele a se stesso: imbranato, in attesa di una gratificazione sul lavoro che non arriva mai, che mangia pizza surgelata da solo sul divano". Gianpaolo Morelli torna a vestire i panni dell’ispettore Coliandro, con sei nuove indagini, nate dalla penna ironica del giallista Carlo Lucarelli, che andranno in onda in prima serata su Rai2 il venerdì dal 13 ottobre. Ma già da domani alle 16 la prima puntata sarà disponibile in anteprima su RaiPlay per l’intera settimana che precede la messa in onda tv. "Siamo stati i primi e in tempi non sospetti a concederci certe scorrettezze rispetto ad un certo stile ingessato che ancora oggi contraddistingue alcune nostre fiction sulle forze dell'ordine", sottolinea Lucarelli.

Anche per questa serie Morelli e gli altri interpreti (Paolo Sassanelli, Giuseppe Soleri, Veronika Logan, Alessandro Rossi, Caterina Silva, Benedetta Cimatti, Luisella Notari e Max Bruno) tornano a lavorare sotto la regia fuori dagli schemi di Marco e Antonio Manetti, in arte Manetti Bros, con cui Morelli ha da poco realizzato anche il suo primo musical in salsa partenopea, 'Ammore e malavita', da oggi nelle sale in 280 copie e già applaudito alla Mostra del Cinema di Venezia. "Ormai con i Manetti lavoriamo in un clima di grande fiducia e divertimento. Loro sono grandi costruttori di team", dice l'attore, che nel frattempo è impegnato in queste settimane a Ischia nelle riprese del nuovo film di Gabriele Muccino 'A casa tutti bene' ("ma su questo non posso dire nulla", taglia corto).

Nella nuove avventure di Coliandro, il poliziotto pasticcione, inconsapevolmente comico e decisamente incorruttibile, torna a fronteggiare il crimine per le strade di Bologna ma con un registro ancora "più action" rispetto alle passate stagioni. "Tornano anche i suoi frequenti quanto sfigati innamoramenti", aggiunge Morelli, che vedrà palesarsi al suo fianco nuove e affascinanti protagoniste femminili, una diversa per ogni puntata: Simone Ashley, Catrinel Marlon, Arianna Montefiori, Antonia Truppo, Lorena Cacciatore.

“L’ispettore Coliandro, il ritorno 2” è una coproduzione Rai Fiction–Vela Film, ideata da Carlo Lucarelli: "Se fosse soltanto per il divertimento con cui io e Giampiero Rigosi scriviamo le sceneggiature di Coliandro, praticamente recitando dal vivo ogni scena - confessa Lucarelli - già ci basterebbe anche se non ci guardasse nessuno. Se poi aggiungiamo la creatività con cui viene realizzato e reinventato sul campo da Giampaolo Morelli, dai Manetti Bros. e da tutto il gruppo di lavoro, già ancora ci basterebbe, anche se ci guardasse una percentuale da prefisso telefonico. Se poi, invece, ci aggiungiamo che ci guardano in tanti, ma proprio tanti, e non ci guardano e basta, ma ci seguono, ci apprezzano, ci vivono con una dedizione che non è più neanche da fans, ma da ultras, ecco allora siamo proprio felici", conclude lo scrittore.