Home . Intrattenimento . Spettacolo . Garbo ed eleganza nella 'Domenica In' firmata 'sorelle Parodi'

Garbo ed eleganza nella 'Domenica In' firmata 'sorelle Parodi'

SPETTACOLO
Garbo ed eleganza nella 'Domenica In' firmata 'sorelle Parodi'

Cristina e Benedetta Parodi

Garbo ed eleganza sono gli ingredienti principali della nuova edizione di 'Domenica In', dal 15 ottobre su Rai1 dalle 14,30 alle 17,40. Per realizzare la 'ricetta' Viale Mazzini si è rivolta alla sorelle Cristina e Benedetta Parodi, per la prima volta insieme alla conduzione, che guideranno "uno dei mostri sacri della tv e della storia del nostro Paese che da quest'anno cambia radicalmente formula", spiega Andrea Fabiano, che ha messo a punto la 41esima edizione del programma in qualità di direttore di Rai1. Fino a ieri, quando il Consiglio d'amministrazione su proposta del dg Mario Orfeo ha messo al suo posto Angelo Teodoli, ricollocandolo alla guida di Rai2.

"Sono stupito dopo quello che è successo ieri quando ero ancora a Rai1 e adesso sono a Rai2. Vorrei sapere se oggi mi succederà qualcos'altro", ha ironizzato Fabiano. Intanto 'Domenica In' ritorna "a una pezzatura importante con una durata di oltre tre ore e mezza - sottolinea il vicedirettore si Rai1, Andrea Vianello - Un vero e proprio marchio della Rai, nato nel 1976 e che ha fatto la storia della tv".

La formula è quella di "un doppio binario sul quale scorrono l'intrattenimento e la voglia di divertire, ma anche l'approfondimento, l'informazione e l'attualità. Non sarà però un talk show - avverte Vianello - non è questo il nostro progetto. Puntiamo invece sulle sorelle Parodi, entrambe straordinarie professioniste, entrambe giornaliste, per la prima volta insieme alla conduzione grazie al 'ricongiungimento familiare' che abbiamo fatto", scherza il vicedirettore di Rai1.

Ogni puntata avrà un ospite internazionale. Ma ci sarà anche una figura femminile italiana che nella sua vita ha fatto "cose straordinarie" e un personaggio che si metterà in gioco non solo per farsi intervistare, ma anche per divertire e divertirsi (domenica prossima saranno in studio Carla Fracci e Cristian De Sica). E poi musica dal vivo con la Sunday Band, due 'vicini di casa' (lo Studio 3 di Cinecittà da cui il programma andrà in diretta sarà allestito come una vera e propria casa abitata da Cristina e Benedetta Parodi) come Adriano Panatta e Claudio Lippi, la presenza costante del duo comico Lillo & Greg, accanto a ospiti fissi come il giovane imitatore Leonardo Fiaschi e ai personaggi comici interpretati da Marco Mazzocca.

"Condurre 'Domenica In' è una bella responsabilità", afferma Cristina Parodi, arrivata "in Rai in punta di piedi diventando presto un volto noto e amato dal nostro pubblico", sottolinea Fabiano. "Condurre 'Domenica In' è ben diverso da condurre 'La vita in diretta' - aggiunge ancora Cristina Parodi, perché all'approfondimento mette accanto lo spirito sereno dell'intrattenimento. Ed è anche un sogno perché mi permette di lavorare con Benedetta con la quale non ho mai passato tanto tempo insieme come in quest'ultimo mese. C'è una sintonia tra me e lei che spero si possa trasferire al pubblico in casa".

Quanto alla sorella Benedetta che, dice, "davanti a un bancone di cucina mi rilasso moltissimo", starà anche dietro ai fornelli - tanto da strappare al dg Orfeo la battuta "sarò tutte le domeniche allo Studio 3 e seguirò una dieta che mi suggerirà Benedetta Parodi" - ma "la cucina sarà meno tutorial, com'è avvenuto finora negli altri canali, e più di intrattenimento con gli ospiti. Questo programma ci consente di metterci alla prova su cose diverse rispetto a quelle che abbiamo fatto fino a questo momento", precisa Benedetta.

Intrattenimento, quindi, divertimento per una formula mista senza soluzione di continuità che può anche "arrivare a incursioni nella cronaca qualora gli avvenimenti dell'attualità lo rendano necessario". Il tutto fatto con il "garbo e l'eleganza di due giornaliste come le sorelle Parodi alla guida di 'Domenica In'", sottolinea Vianello. La trasmissione sarà in concorrenza con il programma di Canale 5 condotto da Barbara D'Urso.

"Non è che Barbara D'Urso non sia garbata, ma fa un tipo di televisione in linea con le aspettative di un editore commerciale. Noi siamo la Rai e facciamo cose diverse", osserva Fabiano sottolineando che negli anni si è costruito un "teorema in base al quale la concorrenza si gioca tra due canali nella stessa fascia oraria. Non è esattamente così - dice - noi ci rivolgiamo a un altro tipo di pubblico e lo dobbiamo fare senza dimenticare che siamo la Rai".

La nuova 'Domenica In', infine, farà i conti anche con le edizioni passate in cui c'era 'L'Arena' di Massimo Giletti, programma campione di ascolti che segnava una media di circa 4 milioni di telespettatori e il 21% di share. "La domenica di Rai1 cambia - chiarisce Fabiano - ed è chiaro che ci lasciamo alle spalle un'esperienza consolidata come 'L'Arena' e Giletti, che stimo e che ha lavorato bene. All'inizio però non aveva quegli ascolti. Bisogna quindi avere pazienza e capire come crescere. Ci misuriamo con un 'mostro' di ascolti - conclude - ma non abbiamo l'ansia da confronto".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI