Home . Intrattenimento . Spettacolo . Giovanni Allevi: "Ho scritto 'Equilibrium' quando ho perso l'equilibrio"

Giovanni Allevi: "Ho scritto 'Equilibrium' quando ho perso l'equilibrio"

SPETTACOLO
Giovanni Allevi: Ho scritto 'Equilibrium' quando ho perso l'equilibrio

Ho sempre cercato l’equilibrio, ma il meglio di me l’ho dato quando l’ho perso”. Giovanni Allevi sintetizza così il suo ritorno sulla scena discografica con “Equilibrium”, il nuovo doppio album sinfonico di brani inediti percorso da due anime musicali che si incontrano in un equilibrio ‘instabile’, quello che da sempre caratterizza la sua produzione: l’anima “rock” ribelle e scanzonata che smantella le convenzioni e l’anima classica e accademica, dell'orchestrazione rigorosa.

Ad accompagnare Allevi in questo nuovo progetto sono l’Orchestra Sinfonica Italiana e, per la prima volta, un altro pianista: il virtuoso americano Jeffrey Biegel che vanta collaborazioni da Leonard Bernstein a Keith Emerson. “Quando ho incontrato Giovanni Allevi – spiega Biegel - ho sentito subito la sua energia esplosiva, il suo intenso amore per la musica e per il pianoforte, riversato nel notevolissimo Concerto di Pianoforte che è un dono divino al mondo, ai suoi fan e alla musica. Durante le registrazioni il suo carisma mi ha spinto a dare il meglio di me per rappresentare la sua musica al livello più alto che potessi".

“Equilibrium” è idealmente e fisicamente diviso in due parti. Il CD1, composto da 10 tracce di cui 5 eseguite da Allevi al pianoforte solo, introspettivo ed intenso, e 5 dove è accompagnato dagli Archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana in un dialogo che attraversa stati d’animo che vanno dalla dolcezza al grido di dolore. Il CD2, totalmente diverso, con il suo Concerto per Pianoforte e Orchestra n °1, che vede il compositore Giovanni Allevi alla direzione dell’Orchestra Sinfonica Italiana, mentre il pianoforte solista è affidato a Jeffrey Biegel. Questo concerto in tre movimenti nasce in controtendenza col mondo contemporaneo, ed affonda le radici nella tradizione classica con un respiro ampio, dove il linguaggio si fa racconto, fatto di attese ed intense esplosioni emotive.

L'album ha avuto una genesi particolare: "Il lavoro sinfonico - racconta Allevi - è stato composto su un’isola dell’Atlantico, dove sono andato in 'esilio' per ritrovare proprio il mio equilibrio dopo un periodo di grande stress, mentre gli ultimi brani, sono stati ideati durante il periodo di forzato riposo al buio, seguito all’operazione agli occhi che ho subito in Giappone". Fa eccezione “No words” brano per pianoforte e archi composto il 25 agosto 2016 ad Ascoli Piceno, la mattina dopo che una terribile scossa di terremoto ha cancellato centinaia di vite e raso al suolo diversi paesi a pochi chilometri dal luogo dove Giovanni Allevi si trovava con la sua famiglia. "Un evento che mi ha toccato moltissimo. Spero che non si spengano i riflettori sulla ricostruzione e sulle condizioni di vita di chi ha perso tutto in pochi minuti", dice Allevi.

“Equilibrium” esce nelle versioni del doppio CD, doppio Vinile 180 gr e in una speciale edizione Deluxe limitata e numerata (contenente doppio Cd, book fotografico e notebook Giovanni Allevi). Su Music First è inoltre possibile ordinare in esclusiva le copie autografate dell’album, nelle versioni Deluxe e doppio vinile. La originale cover del disco, realizzata dal fotografo di fama mondiale Pierpaolo Ferrari, si presenta, in un ideale percorso da “collezionisti”, in linea con le copertine degli ultimi album. In questo caso il primo piano di Giovanni Allevi appare metaforicamente diviso dal richiamo delle sue due anime, quella più classica e quella più rock, dove la ricerca dell’equilibrium è il filo conduttore, e anche il motore, di tutto il progetto.

All'album seguirà un tour. La première-evento europea di “Equilibrium”, dopo l’anteprima mondiale in America del 26 agosto, si terrà il 15 novembre al Teatro dal Verme di Milano con 60 elementi dell’Orchestra Sinfonica Italiana. Qui verrà eseguito, per la prima volta in Europa, anche il "Concerto per Pianoforte e Orchestra n.1", la nuova composizione con orchestra contenuta nell'album, che vedrà al pianoforte Jeffrey Biegel e alla direzione il Maestro Jeffrey Reed ("per una volta io sarò in platea ad ascoltare l'esecuzione di un mio lavoro", dice Giovanni), mentre nella seconda parte del concerto sarà lo stesso Giovanni Allevi a salire sul palco per l’esecuzione delle altre nuove composizioni di “Equilibrium”, protagonista sia come pianista che come direttore d’orchestra.

All’anteprima a Milano seguirà una nuova grande tournée di pianoforte e archi, "Equilibrium TOUR", oltre 20 concerti in cui l’artista sarà sul palco con il pianoforte accompagnato da 13 selezionati Archi dell'Orchestra Sinfonica Italiana. L’Equilibrium Tour attraverserà tutta la penisola anche nel 2018. Le prevendite sono già aperte su ticketone.it.

Allevi, in equilibrio tra “compositore, pianista e direttore d’orchestra”, durante il concerto assumerà tutti i diversi ruoli col carisma e la leggerezza che lo contraddistinguono, attraverso una scaletta che vedrà alternare le atmosfere seducenti delle nuove composizioni e i brani più celebri della sua ventennale carriera.

Il ricco calendario, in evoluzione, prevede già i seguenti concerti: 26 dicembre Roma (Parco della Musica), 3 gennaio Pescara (Teatro Massimo), 4 gennaio Bologna (Teatro Duse), 5 gennaio Pavia (Teatro Fraschini), 6 gennaio Torino (Teatro Colosseo), 1 marzo Bergamo (Teatro Creberg), 3 marzo Assisi (Teatro Lyric), 11 marzo Genova (Politeama Genovese), 12 marzo Bari (Teatro Petruzzelli), 15 marzo Venezia (Teatro Goldoni), 17 marzo Varese (Teatro Openjobmetis), 25 marzo Firenze (Teatro Verdi), 27 marzo Trieste (Teatro Rossetti), 7 aprile Senigallia (Teatro La Fenice), 9 aprile Milano (Teatro Nazionale), 13 aprile Novara (Teatro Coccia), 16 aprile Ivrea (Auditorium Officina H), 17 aprile Borgosesia (Teatro Comunale), 18 aprile Biella (Teatro Odeon), 23 aprile Napoli (Teatro Diana). Ma prima, dal 20 al 29 ottobre, Giovanni Allevi sarà impegnato in un instore tour che attraverserà tutta la penisola.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI