Home . Intrattenimento . Spettacolo . 'Flussi e Riflussi' sul Tevere di Kentridge, corto su identità e migrazioni

'Flussi e Riflussi' sul Tevere di Kentridge, corto su identità e migrazioni

SPETTACOLO
'Flussi e Riflussi' sul Tevere di Kentridge, corto su identità e migrazioni

I giovani attori Luca Porfido e Simon D'Aquino protagonisti del corto di Luisa Mariani 'Flussi e Riflussi'

'Flussi e Riflussi...' sulle banchine del Tevere. Ultimi ciak per il corto d'autore firmato da Luisa Mariani, regista e autrice con Giovanni Pirri, che ha scelto la città di Roma per filmare alcune sequenze del suo lavoro all'interno di un battello d'epoca tra i murales di William Kentridge, 'Triumphs and Laments', in un viaggio sentimental-geografico tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini. E la memoria e la sua transitorietà sono il cuore pulsante attorno al quale ruota il percorso di Lián Méng, interpretato da Valerio Zeng e di Abir, impersonata da Nada Saad Ismail, italiani di seconda generazione appartenenti a etnie differenti.

Accanto ai narratori Maria Monti e Mario Valdemarin, anche l'attrice Violetta Chiarini nelle vesti dell’Attrice del Fiume, la regista Mariani, Michael e Marina Barranger che rappresentano il Coro di Reminiscenza Greca, Simon d’Aquino, giovane e già riconosciuto attore italo-inglese nei panni di se stesso, Luca Porfido, 'aspirante attore' e Leonardo Zeng nei panni di Xing Méng, altro italo-cinese di seconda generazione.

La vicenda vira verso il fantastico, basandosi sulla paura di perdere l’identità e i mille volti della memoria. Fino a che punto può spingersi l’uomo per non lasciare alla deriva una storia che si sviluppa tra radici e semi, tra partenze e arrivi? Dove il tempo diventa traghetto per la trasformazione? A questi e a molti altri interrogativi cerca di dare risposte l'ultimo lavoro di Luisa Mariani tra urgenze contemporanee e spettacolare visionarietà.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.