Home . Intrattenimento . Spettacolo . Equivoci e gag, com'è difficile vendere 'La Casa di Famiglia'

Equivoci e gag, com'è difficile vendere 'La Casa di Famiglia'

SPETTACOLO

Quattro fratelli decidono di vendere la bella casa di famiglia in campagna. C'è chi ha problemi economici e chi crisi esistenziali. Inoltre il padre è in coma da tempo. Ma il giorno dopo la firma dal notaio ecco che il papà si risveglia e chiede della casa. Un bel guaio per Alex (Lino Guanciale), i gemelli Oreste (Stefano Fresi) e Giacinto (Libero De Rienzo) e Fanny (Matilde Gioli). Esce in sala giovedì 16 novembre 'La Casa di Famiglia' regia di Augusto Fornari. Matilde Gioli e Stefano Fresi sono stati ospiti di Adnkronos Live per presentare il film. "Siamo dei figli orrendi - afferma sorridendo Fresi - abbiamo venduto la casa di famiglia!". Un po' orrendi lo sono davvero. Approfittando del coma del padre Sergio (Luigi Diberti) mettono in vendita tutto quello che si trova nella villa. Poi al risveglio del babbo devono recuperare in gran fretta mobili, cimeli di famiglia e persino l'amato cane. Un 'lavoraccio' che i quattro faranno ritrovandosi insieme tra ricordi, nostalgie, incomprensioni e tante esilaranti gag. "Ci vendiamo di tutto - sottolinea Matilde Gioli - anche un quadro della Torre Eiffel che viene sostituito con quello di una giraffa. Poi quando papà ci chiede del quadro noi rispondiamo che sono gli effetti del post coma e gli diciamo 'non ti ricordi del viaggio sul Kilimangiaro!!!'". Secondo i due attori, che si sono diventi molto sul set: "Non è importante affezionarsi alle cose, come la casa di famiglia, di fronte agli affetti niente è più importante".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI