Home . Intrattenimento . Spettacolo . Muntagirov: "Bolle fonte di ispirazione anche per noi russi"

Muntagirov: "Bolle fonte di ispirazione anche per noi russi"

SPETTACOLO
Muntagirov: Bolle fonte di ispirazione anche per noi russi

Iana Salenko tra i protagonisti del gala internazionale 'Les étoiles' in programma all'Auditorium Parco della Musica il 27 e il 28 gennaio.

''Roberto Bolle è per me una fonte continua di ispirazione. E' un vero artista. E' una gioia immensa vederlo danzare''. E' quanto ha dichiarato all'Adnkronos Vladimir Muntagirov, star russa, ma in forza al Royal Ballet di Londra, tra i guest del gala internazionale 'Les étoiles' che si svolgerà a Roma, all'Auditorium Parco della Musica (sala Santa Cecilia), il 27 e il 28 gennaio. Originario di Chelyabinsk (classe 1990) il giovane Muntagirov, figlio di danzatori, ha studiato alla scuola di Perm e successivamente alla Royal Ballet School di Londra. Biondo, occhi azzurri, un vero principe della fiabe (non è un caso che, tra i suoi cavalli di battaglia ci siano 'Il lago dei cigni' e la Bella Addormentata'), non nasconde di dover molto alla passione e alla dedizione dei suoi maestri.

''Oggi sono particolarmente felice di essere a Londra - ha spiegato - Anche se la mia formazione, il mio stile, la mia tecnica si sono perfezionate in Russia con insegnanti straordinari. Mi hanno trasmesso il culto della danza, ma non per raggiungere la fama e la gloria''. I danzatori russi pop star come il controverso e affascinante Polunin? ''No, non è questo l'obiettivo del mio percorso esistenziale e artistico - ha risposto Muntagirov - Quello che cerco di esprimere in palcoscenico è soprattutto la bellezza, catturare l''anima' profonda della danza. E per essere all'altezza dei ruoli bisogna sempre lavorare e duramente. Per crescere, per migliorare in scena nel confronto con i personaggi''.

''A Londra- ha proseguito il danzatore russo - ho imparato ad essere più attore, più interprete in balletti come ‘Manon’ o ‘Marguerite e Armand''. Rappresentazioni applaudite a teatro anche dalla Royal family ed in particolare dal principe Carlo''. All'Auditorium Parco della Musica si esibiranno nel gala internazionale anche Jacopo Tissi, unico italiano a danzare nella compagnia del Bolshoi di Mosca, Evghenia Obraztsova e Semyon Chudin, Alena Kovaleva, Iana Salenko e Marianela Nunez, Joaquin De Luz e Kimin Kim, Léonore Baulac e Hugo Marchand, provenienti dall'Opera di Parigi, dal New York City Ballet, dal Berlin Ballett, dal Royal Ballet di Londra.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.