Home . Intrattenimento . Spettacolo . "Hanno paura", Miriana contro le attrici della lettera

"Hanno paura", Miriana contro le attrici della lettera

SPETTACOLO
Hanno paura, Miriana contro le attrici della lettera

Miriana Trevisan (Fotogramma)

Come Asia Argento. Manca anche la firma di Miriana Trevisan nella lettera manifesto 'Dissenso comune' delle attrici italiane che arriva dopo il caso Weinstein e sull'onda della campagna 'MeToo'. La showgirl, che nei mesi scorsi ha denunciato un presunto caso di molestie, ha criticato subito a caldo su Twitter i contenuti del documento e oggi, in un'intervista a 'Il Fatto quotidiano', spiega meglio perché si è rifiutata di sottoscriverlo.

"Questo manifesto - sottolinea Miriana - mi sembra un condono: è come dire ‘state tranquilli, non vi facciamo niente, vi controlliamo solo’. Intanto questi personaggi sono ancora liberi di fare del male". Come Asia, anche l'ex valletta di Mike Bongiorno è stata contattata dalle promotrici dell'iniziativa, seppure solo una quindicina di giorni fa.

"Mi hanno mandato la prima versione, sono rimasta scioccata", racconta al quotidiano , spiegando di aver chiesto che venissero fatti nomi e cognomi. "Mi è stato risposto - dice - che quest’appello è soltanto un primo passo. Però c’è stata un’ammissione: la paura" di "non lavorare più in quel ‘sistema’. E io - sottolinea - questa cosa la capisco".

Per Miriana la lettera delle attrici è "una presa di posizione troppo timida. La questione - insiste - è proprio questa: che messaggio diamo alle nostre figlie? Io non ho firmato - sottolinea - perché, invece, bisogna insegnare a puntare il dito ogni volta, sul nascere di una violenza, creare un diritto senza avere paura". "Voglio rilanciare: vogliamo essere unite? Io ci sto, ma - conclude - guardatemi negli occhi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.