Home . Intrattenimento . Spettacolo . Al via cinema online a prezzi stracciati

Al via cinema online a prezzi stracciati

SPETTACOLO
Al via cinema online a prezzi stracciati

(Fotogramma)

Al via il cinema online a prezzi stracciati. Per sostenere e promuovere l'offerta digitale legale di contenuti audiovisivi, per la prima volta in Italia Univideo - l'associazione di categoria che rappresenta gli Editori Audiovisivi su media digitali (dvd, Blu-ray ecc.) e online (piattaforme Video On Demand) - insieme alle principali piattaforme di offerta audiovisiva legale Chili, Google Play, Infinity, ITunes, Rakuten Tv, Sky Primafila, Tim Vision, Xbox Video, lanciano Digital Movie Days, una settimana di grandi film sulle principali piattaforme digitali a prezzi promozionali.

L'INIZIATIVA - Dal 7 al 13 maggio oltre 120 pellicole potranno essere acquistate sulle piattaforme aderenti a un prezzo promozionale di euro 1,99 per il video on demand (Vod) e 5,99 per la vendita online (Est). L'offerta di contenuti è sempre più allargata, diversificata e rispondente alle esigenze da parte del grande pubblico. I titoli legati all'iniziativa sono elencati sul sito www.digitalmoviedays.it.

Da un lato il prodotto fisico che rimane centrale nella filiera, dall'altro il prodotto digitale ovvero la fruizione legale di Video On demand (ma anche acquisto online) per una fruizione immediata e interoperabile tra i vari device che cresce. L'uso di piattaforme Vod legali infatti, secondo i dati dell'ultimo rapporto Gfk/Univideo, è in crescita e si attesta quasi al 22% nel rapporto tra fisico e online. Digital Movie Days sarà un'opportunità che permetterà al pubblico di provare sui propri device la varietà dell'offerta legale.

GLI OBIETTIVI - "Le nuove tecnologie associate ai contenuti audiovisivi, nel formato fisico e digitale - spiega Lorenzo Ferrari Ardicini, presidente Univideo e Presidente CG Entertainment - consentono di rispondere alle richieste di un mercato sempre più variegato. Digital Movie Days si pone l’obiettivo di comunicare al grande pubblico quanto sia facile fruire di contenuti audiovisivi in modo semplice e sicuro".

"Un obiettivo condiviso dalle più importanti piattaforme online - aggiunge Ardicini - con cui condividiamo la volontà di arginare il più possibile la pirateria, che resta un problema rilevante per la sostenibilità del settore, ma anche un rischio per la sicurezza degli utenti". Gli ultimi dati Fapav/Ipsos rilevano, infatti, come l'incidenza complessiva della pirateria si attesti intorno al 39% tra gli italiani over 15 anni, e incide su circa 668 milioni di titoli all'anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.