Home . Intrattenimento . Spettacolo . Asia sotto accusa

Asia sotto accusa

SPETTACOLO
Asia sotto accusa

(Afp)

Da molestata a presunta molestatrice. Asia Argento, tra le prime ad accusare il produttore Harvey Weinstein nonché una delle principali promotrici del movimento #MeToo, è finita sotto accusa per presunte molestie sessuali nei confronti del giovane attore e musicista rock Jimmy Bennett. I fatti risalirebbero a cinque anni fa, ha rivelato il 'New York Times', quando l'allora 17enne sarebbe stato aggredito sessualmente da Asia in una camera d'albergo della California.

Una vicenda che lo avrebbe segnato profondamente e che avrebbe influito negativamente sulla sua carriera tanto da indurlo a chiedere un risarcimento di 3,5 milioni di dollari alla regista e attrice italiana. Lei, ha spiegato il quotidiano statunitense, avrebbe accettato di pagare 380mila dollari a Bennett in un anno e mezzo, con un pagamento iniziale di 200mila dollari fatto ad aprile.

Chi è Jimmy Bennett

Mentre la diretta interessata tace, Sky Italia ha messo in discussione la sua partecipazione a 'X Factor Italia', dove Asia è stata scelta come giudice. "Se quanto scrive oggi il New York Times fosse confermato - ha fatto sapere l'azienda in una nota - questa vicenda sarebbe del tutto incompatibile con i principi etici e i valori di Sky e dunque - in pieno accordo con FremantleMedia - non potremmo che prenderne atto e interrompere la collaborazione con Asia Argento".

Sulla vicenda è intervenuta anche l'amica e collega dell'attrice italiana, la star americana Rose McGowan. "Ho avuto modo di conoscere Asia Argento dieci mesi fa. Ci lega il dolore condiviso di essere state aggredite da Harvey Weinstein", ha raccontato l'attrice su Twitter, aggiungendo infine: "Il mio cuore è spezzato".

E non sono mancati i commenti del vicepremier Matteo Salvini. "Questa è la 'signora' che mi insultava ogni due minuti, e mi ha dato del razzista e della m...a? Mamma mia che tristezza...", ha commentato il ministro dell'Interno, facendo riferimento ad uno scontro a distanza avuto circa un mese fa proprio con l'attrice italiana. Sul caso, con la consueta ironia, è anche intervenuto anche Vittorio Sgarbi via social: "Asia Argento? Una Weinstein in gonnella".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.