Home . Lavoro . Cerco-lavoro . A Napoli percorso Ifts 'Tecniche per conduzione impianti tecnici navi'

A Napoli percorso Ifts 'Tecniche per conduzione impianti tecnici navi'

CERCO-LAVORO
A Napoli percorso Ifts 'Tecniche per conduzione impianti tecnici navi'

Presso la sede di Formare scarl - Polo nazionale formazione per lo Shipping, ente di formazione di Confitarma, a Castelvolturno, è stato presentato il percorso di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts) 'Tecniche per la conduzione di impianti tecnici navi', finanziato dalla Regione Campania e realizzato insieme a Grimaldi Euromed, Augusta Offshore, Synergas, centro di addestramento Imat srl, Isiss 'Cristoforo Colombo', Iiss 'F.Caracciolo - G.da Procida' e dipartimento di Ingegneria - Università degli studi di Napoli 'Parthenope', raggruppati nell’Ats MA.CO.MA.S. - Maritime Competence Management System. La giornata si è aperta con la presentazione di Fabrizio Monticelli, direttore di Formare, che ha illustrato le modalità e gli obiettivi del corso formativo gratuito, di 800 ore, legato all’inserimento nel mondo del lavoro di 20 giovani diplomati del territorio campano che saranno impegnati nell’apprendimento delle tecniche specialistiche relative all’installazione, manutenzione e messa in funzione di impianti di propulsione e mezzi ausiliari, presenti nei locali macchina delle navi.

"Si tratta di una novità nel panorama dell’offerta formativa -ha affermato Monticelli- che vede il coinvolgimento di primari gruppi armatoriali campani, che potranno così assicurare periodi efficaci di stage a bordo di navi all’avanguardia e agevolare i successivi processi di inserimento nel mondo lavorativo. Il corso si tiene presso Imat, primo Centro in Italia per il training nel settore marittimo, struttura dotata dei più moderni sistemi di simulazione per la navigazione".

Mario Mattioli, presidente di Confitarma, ha sottolineato come la Confederazione sia da molti anni attiva e presente nella formazione della gente di mare, sia dal punto di vista tecnico-formativo, che nel rapporto diretto con gli istituti preposti e le istituzioni. "Il tutto -ha detto- nell’ottica di garantire alle nostre navi di avere a bordo risorse umane qualificate e certificate". Nel ringraziare la Regione Campania, che ha sostenuto e creduto in questo progetto, il presidente Mattioli ha affermato che "corsi come questo rappresentano il raggiungimento di un vero sistema duale in cui gli allievi sono a stretto contatto con le società di navigazione e con coloro che da anni lavorano a bordo delle navi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.