Home . Lavoro . Dati . Eni: 450 gli studenti di Gela coinvolti nell’alternanza scuola-lavoro

Eni: 450 gli studenti di Gela coinvolti nell’alternanza scuola-lavoro

DATI
Eni: 450 gli studenti di Gela coinvolti nell’alternanza scuola-lavoro

Il progetto pilota di Alternanza scuola-lavoro per Gela, organizzato e gestito da Eni Corporate University, prevede il coinvolgimento di 450 studenti del terzo e quarto anno appartenenti a 5 scuole superiori di secondo grado del Comune, testimoniando come sia possibile studiare a scuola e anche negli stabilimenti Eni.

Il progetto fa riferimento alla legge 'La Buona Scuola' e si inserisce nel protocollo di intesa, firmato lo scorso giugno tra ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ed Eni, per promuovere la piena integrazione tra impresa e istituzioni scolastiche. Il programma Alternanza scuola-lavoro coinvolgerà circa 3.500 studenti nel triennio 2016-2018 a livello nazionale con percorsi formativi, corsi in e-learning, workshop e visite di studio presso siti Eni e altri siti di interesse per il settore energetico.

Con tale progetto Eni offre agli studenti degli istituti tecnici e dei licei l’opportunità di avvicinarsi al mondo del lavoro e di conoscere più da vicino le principali attività e le competenze richieste da un grande gruppo industriale del settore Oil&Gas. Il programma di Alternanza scuola-lavoro di Eni, infatti, non prevede soltanto il trasferimento di conoscenze tecniche specialistiche, ma punta a dare una visione del contesto energetico, a fornire un contributo all’orientamento professionale dei ragazzi, permettendo loro di vedere da vicino i ruoli professionali tipici di Eni, e a fornire spunti per maturare competenze trasversali utili ad inserirsi e integrarsi nel mondo del lavoro.

Nel dettaglio dell’iniziativa che si è svolta a Gela, i ragazzi hanno partecipato a sessioni dove sono state trattate tematiche tecniche e gestionali proprie del know-how aziendale, nonché a workshop di orientamento sulle competenze personali richieste per lavorare nelle grandi organizzazioni. Alle lezioni teoriche sono state affiancate anche le visite in campo presso la Raffineria, gli impianti EniMed e il Safety Competence Center, il Centro di eccellenza Eni sulla sicurezza aziendale che è attivo a Gela dal gennaio 2015.

A luglio scorso si è tenuta la cerimonia di chiusura della prima edizione del progetto Alternanza scuola-lavoro a Gela con la premiazione dei cinque migliori lavori, svoltasi presso la Raffineria di Gela alla presenza di istituzioni locali, dirigenti scolastici e studenti delle scuole coinvolte. Durante il periodo formativo, infatti, i ragazzi sono stati invitati a preparare un lavoro riassuntivo del percorso. Sono state premiate le 5 migliori tesine, valutate da una commissione composta dai docenti delle realtà Eni presenti a Gela. Nel corso dell’evento Eni e l'Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia hanno sottoscritto un protocollo per estendere il progetto di alternanza anche agli Istituti situati al di fuori del comune di Gela, che porterà a circa 600 il numero di studenti siciliani complessivamente coinvolti.

Con l’inizio dell’anno scolastico è stato infine avviato il contratto biennale di apprendistato di primo livello per 22 studenti dell’Istituto tecnico Morselli, che permetterà agli studenti di integrare le conoscenze scolastiche con alcune competenze tecnico-professionali proprie dell’industria energetica, permettendo loro di consolidare una preparazione maggiormente spendibile nel mercato del lavoro.

A livello nazionale, Eni ha dato il via a 140 contratti di apprendistato di primo livello a favore di studenti degli ultimi anni delle scuole superiori, che complessivamente diventeranno 175 entro il prossimo anno scolastico, come da impegni assunti con i ministeri competenti. Oltre che a Gela, i contratti sono stati attivati con studenti di istituti tecnico industriali e commerciali nei siti di Viggiano (PZ), Sannazzaro de’ Burgondi (PV), Livorno, San Donato Milanese (MI), Ravenna e Venezia.

Proprio per il suo investimento in formazione e orientamento, realizzato attraverso una serie di iniziative integrate, recentemente arricchite in maniera importante dal progetto Alternanza scuola-lavoro e dal progetto di apprendistato di primo livello, Eni è risultata vincitrice nella sua categoria dell’edizione 2016 del concorso nazionale Orientagiovani organizzato da Confindustria.

Le iniziative di alternanza e apprendistato di Eni si inseriscono all’interno di una complessiva strategia che comprende anche diverse collaborazioni con il mondo universitario per la diffusione e la crescita della cultura e delle competenze energetiche in Italia. Eni, infatti, progetta e realizza, in collaborazione con prestigiosi atenei, sia Master di secondo livello sia Lauree Magistrali che prevedono codocenza aziendale, stage e borse di studio a supporto per studenti meritevoli.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI