Home . Lavoro . Dati . Dal 19 maggio la 21ma edizione della Borsa del turismo delle 100 città d’arte

Dal 19 maggio la 21ma edizione della Borsa del turismo delle 100 città d’arte

DATI
Dal 19 maggio la 21ma edizione della Borsa del turismo delle 100 città d’arte

Oltre 2.000 tour operator provenienti da ogni parte del mondo con una presenza particolarmente significativa da Europa, America e Asia; più di 8.000 sellers da tutte le regioni d’Italia; oltre 52mila contatti commerciali per un valore stimato di oltre 21 milioni di euro. Sono questi i numeri che hanno caratterizzato vent’anni di Borsa del turismo delle 100 Città d’arte, la manifestazione avviata a Ferrara nel 1997 che quest’anno, il 19 maggio, inaugurerà la sua 21ma edizione. Fino al 21 maggio, oltre 70 tour operator internazionali incontreranno più di 400 rappresentanti dell’offerta specializzata nel turismo nelle città d’arte.

La 21ma edizione della Borsa del turismo delle 100 Città d’arte d’Italia, Arts and Events 100 Italian Cities, l’evento italiano di commercializzazione del turismo d’arte e cultura più importante e affermato, si terrà quest’anno nella cornice di Palazzo Isolani, in pieno centro a Bologna.

L’evento è promosso dalla Confesercenti con il sostegno di Enit e Apt Emilia Romagna; con il patrocinio, fra gli altri, del ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, del ministero degli Affari Esteri, della Commissione nazionale italiana per l’Unesco e della Regione Emilia-Romagna.

Il cuore della manifestazione sarà il workshop di livello internazionale, che si terrà sabato 20 maggio e vedrà la presenza di oltre 70 tour operator provenienti da 36 Paesi, fra cui Argentina, Australia, Canada, Cina, Emirati Arabi, Giappone, Russia e Stati Uniti, che incontreranno, su appuntamenti prefissati, oltre 400 imprenditori dell'offerta proveniente da tutte le regioni d'Italia.

Il programma della Borsa sarà arricchito dagli EducTour riservati ai tour operator alla scoperta delle bellezze del territorio italiano e che vedranno protagoniste diverse città d’arte, fra cui Bologna, Ferrara, Ravenna, Cesena, Rovigo, Fratta Polesine e le città dell’Umbria come Spoleto, Montefalco, Trevi, Bevagna e Spello con le loro tipicità territoriali.

Completano il programma della Borsa una serie di seminari e convegni di approfondimento di alcune tematiche principali del turismo, che metteranno a confronto rappresentanti delle istituzioni pubbliche e imprenditori privati del settore. In particolare, quest’anno si parlerà dei Borghi d’Italia, in occasione dell’Anno dei Borghi proclamato dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; delle potenzialità del mercato cinese e della professione di guida e accompagnatore turistica. Il programma di queste iniziative è realizzato in collaborazione con Bto Educational e Centro studi turistici.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI