Home . Lavoro . Dati . Icam chiude bilancio 2016 con crescita dell’8,5%

Icam chiude bilancio 2016 con crescita dell’8,5%

Balza del 28,4% la vendita di cioccolato biologico

DATI
Icam chiude bilancio 2016 con crescita dell’8,5%

Il cioccolato italiano piace sempre di più, anche nel mondo. Lo testimonia la performance di Icam, azienda italiana di lavorazione del cacao e la produzione di cioccolato di alta qualità secondo un modello di filiera integrata, che ha chiuso il 2016 con un fatturato di 146,5 milioni di euro, segnando una crescita dell’8,5% rispetto al 2015. A trainare la crescita di Icam è stata principalmente l’area Private Label – ovvero la produzione di prodotti a marchio delle principali catene distributive italiane ed estere – che da sola ha raggiunto i 52 milioni di euro, con un incremento del 23,8% rispetto all’anno precedente.

Rimane stabile l’andamento dei prodotti per l’Industria – il segmento che vede Icam operare come partner qualificato di prodotti per altre aziende alimentari – e si conferma in linea con i risultati 2015 anche l’area Retail & Professional, in cui Icam propone sul mercato un ampio ed estremamente qualificato assortimento di prodotti con i propri marchi. Spicca la performance del brand premium Vanini, che continua a riscuotere successo e cresce del 15%. Vanini, dopo gli Usa e il Regno Unito, ora sbarca anche nel mercato russo.

Un trend che accomuna tutti i comparti di business è quello che vede il costante aumento delle richieste del mercato di prodotti biologici rispetto al cacao convenzionale, volando dai 59 milioni di euro nel 2015 ai 75,8 milioni nel 2016, con una crescita del 28,4%. Prosegue infine l’ascesa dell’export: Icam vende in oltre 70 Paesi nel mondo, tra cui primeggiano il Regno Unito, gli Stati Uniti, la Germania, la Francia e i Paesi scandinavi. Il fatturato estero attualmente rappresenta il 54% del bilancio aziendale, e dai 71,5 milioni del 2015 ha raggiunto i 79,4 milioni nel 2016 (+11%).

“Il 2016 ha rappresentato per Icam il 70mo anno dalla fondazione dell’azienda, – dichiara Angelo Agostoni, presidente di Icam – un traguardo importante per tutti noi che da tre generazioni ci impegniamo con passione nel tramandare la cultura del cioccolato italiano e nel farci portavoce della sua eccellenza".

"Per questo, siamo molto soddisfatti dei risultati del 2016 e delle conferme che abbiamo ricevuto da parte del mercato in occasione di questo prestigioso anniversario", dice Agostino sottolineando "il significativo aumento nelle vendite di cioccolato biologico, di cui siamo tra i primi produttori al mondo: mentre all’estero, soprattutto nei paesi nordici, il trend di forte crescita del cioccolato bio è una realtà già da qualche anno e ha ormai un mercato consolidato, questa tendenza si sta sviluppando in modo rilevante solo da poco tempo in Italia".

"Icam nel 2016 è anche riuscita a conseguire il consolidamento economico attraverso il miglioramento degli utili e ha inoltre visto un rafforzamento patrimoniale in termini di minor ricorso a mezzi di terzi. Nel 2017 intendiamo continuare ad investire nella tecnologia e nei processi produttivi nel nostro stabilimento di Orsenigo, che rappresenta un modello di riferimento nel settore con impianti allo stato dell’arte ed integrazione ai massimi standard dell’industria 4.0", conclude Agostoni.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI