Home . Lavoro . Dati . Alitalia, parla l'esperto: "Nozze con Fs possibili"

Alitalia, parla l'esperto: "Nozze con Fs possibili"

DATI
Alitalia, parla l'esperto: Nozze con Fs possibili

"L’integrazione di Alitalia con Fs è sostenibile". Lo dice in un'intervista a Labitalia Maurizio Primanni, ceo di Excellence Consulting, società di consulenza del settore bancario ed esperto. "Alitalia e Fs -chiarisce Primanni- fanno lo stesso mestiere: trasporto di clienti per motivazioni business o leisure, tanto è vero che si sono fatti concorrenza sulla tratta Roma-Milano. L’integrazione è perfettamente sostenibile dal punto di vista economico e patrimoniale". "Si potrebbe creare -suggerisce- un player capace di offrire ai clienti qualcosa di nuovo e diverso dai competitori sia vettori aerei che Ntv. Le sinergie sul fronte dei costi di manutenzione e gestione operativa sono evidenti. Si potrebbe creare una strategia digitale comune con costi e investimenti condivisi".

"Sarà il tempo -continua- a dirci se si riuscirà a trovare un compratore disposto a prendere l'azienda per intero o tanti compratori che con diversi razionali industriali potrebbero essere interessati alle diverse aree di business-aree operative dell'azienda. In ogni caso, chiunque avanzi un'offerta per comprare l'azienda per intero è presumibile che chiederà qualche forma di abbuono delle perdite che Alitalia continua a produrre ogni giorno con l'assetto operativo attuale". "Ricavi e load factor -ricorda- sono figli della strategia e del posizionamento di mercato. Il problema è questo. In un mercato che si è andato polarizzando tra agglomerati di compagnie operanti nel lungo raggio e nuovi player low-cost attivi nel corto raggio, ad esempio Ryanair, Alitalia è rimasta nel mezzo con load factor da lungo raggio e prezzi più vicini a quelli delle low cost".

"La scelta di Ethiad -sottolinea Maurizio Primanni- ai tempi è stata sicuramente la migliore, tuttavia i risultati non sono stati all’altezza delle aspettative". "Se il problema -avverte- è stato il posizionamento strategico, bisogna dire che di solito la strategia la approvano i consigli di amministrazione, mentre i manager devono occuparsi della loro implementazione".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI