Home . Lavoro . Dati . Con il cane in ufficio meno stress più buonumore e più produttività

Con il cane in ufficio meno stress più buonumore e più produttività

Oggi Giornata mondiale del cane in ufficio

DATI
Con il cane in ufficio meno stress più buonumore e più produttività

Prendersi cura di un cane fa bene anche al lavoro. E' questo il messaggio lanciato in occasione della Giornata mondiale del cane in ufficio che si celebra proprio oggi. “Take your dog to work day” è il titolo della campagna internazionale lanciata per promuovere l'iniziativa, che quest'anno diventa una settimana con “Take your pet to work week“, promossa da Pet Sitter International. Obiettivo delle campagne è sensibilizzare sul tema che i nostri amici a quattro zampe possono accompagnarci in ufficio, rendendo migliori il posto e la qualità del lavoro.

A dimostrare scientificamente il beneficio della compagnia del nostro Fido, mentre sediamo alla scrivania, è una ricerca del Banfield Pet Hospital (che fa parte di Mars Petcare, multinazionale di prodotti per cani, proprietaria di marchi come Whiskas e Royal Canin, e tra le prime aziende ad inaugurare questa buona pratica, facendo diventare una consuetudine portare i propri pet in ufficio).

Lo studio, effettuato su un campione di 1.000 dipendenti e 200 responsabili delle risorse umane di aziende americane, ha rivelato che la presenza di un animale domestico in ufficio ha migliorato l’umore delle persone (93%), ha ridotto lo stress (93%), ha indotto un migliore bilanciamento dei tempi di vita privata e di lavoro (91%).

Non solo la compagnia dell'amico fedele ha reso i lavoratori più attaccati all'azienda (91%) e, naturalmente, ha fatto venir meno il senso di colpa provato nel lasciare il povero Fido a casa da solo per andare a lavorare (91%).

Oltre a Mars, anche Purina sostiene da tempo l’iniziativa con il progetto Pets@work, grazie al quale tutti i dipendenti dell’azienda possono portare con sé il proprio cane negli uffici del Campus del Gruppo Nestlé, ad Assago (Milano). "Si tratta di una conquista importante che cambia in modo duraturo il modo di lavorare in azienda -spiegano dalla Purina- e che vuole contribuire a sensibilizzare sempre più sui benefici che il rapporto con un animale da compagnia può portare nella vita quotidiana delle persone".

"Per poter dare vita al progetto Pets@work sono state svolte tutte le verifiche preliminari necessarie a garantire il rispetto della salute, della sicurezza e delle esigenze di tutte le persone che lavorano in azienda, oltre che dei pet. Inoltre, è stata creata una policy dedicata, consegnata a tutti i collaboratori, che stabilisce regole e procedure condivise", aggiungono dalla Purina.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI