Home . Lavoro . Dati . Al via 'Suoni dalle colline di Langhe e Roero'

Al via 'Suoni dalle colline di Langhe e Roero'

DATI
Al via 'Suoni dalle colline di Langhe e Roero'

Prende il via venerdì 7 luglio prende la rassegna di musica classica 'Suoni dalle Colline di Langhe e Roero', nell'ambito del progetto culturale Alba Music Festival. Una rassegna in cui la musica classica di alto livello si incontra con le bellezze artistiche, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche del territorio albese e delle Colline Patrimonio Unesco.

Fino al 6 agosto, infatti, è in calendario un concerto di musica classica al giorno (tutti gratuiti) alla presenza di importanti artisti italiani e internazionali in location insolite, dai castelli di Grinzane Cavour e Magliano Alfieri a insediamenti vinicoli come le cantine Terre di Barolo, dai santuari come quello di Madonna dei boschi di Vezza d'Alba alle piazze di alcuni dei paesi più caratteristici abbarbicati sulle colline come Castiglione Tinella, Treiso e San Bovo.

L’inaugurazione della rassegna è in programma venerdì 7 luglio, a partire dalle 21, presso i giardini del Castello Reale di Verduno con il concerto degli Architanghi, gli artisti del Teatro Regio di Torino. Molto suggestivo sarà anche il 'concerto nel bosco' di domenica 9 luglio, a partire dalle 12, che si svolgerà a contatto con la natura dell’Alta Langa nel Bosco di Torresina. Un evento nell’evento con la performance dell’Arsnova Orchestra guidata dal Direttore Andrea Morello.

"In viaggio tra il fascino dei luoghi e la magia della musica: queste sono le parole che più spesso hanno accompagnato la nostra manifestazione estiva: musiche ed emozioni intrecciate con la cultura del territorio, sommando il piacere dell'arte e della bellezza alla convivialità e all'ospitalità, interpreti di un palcoscenico naturale unico nel quale la musica e il pubblico s'incontrano per abbracciare l'arte col pensiero e con l'emozione", spiegano in una nota gli organizzatori.

"Alba Music Festival e Suoni dalle Colline, in undici anni, si è affermato come un grande progetto musicale, il valore aggiunto per la valorizzazione del patrimonio culturale e del territorio. Precursori di tante e prestigiose manifestazioni, abbiamo intuito sin dall’inizio che la musica classica, racchiudendo in sé valori assoluti, ricreata attraverso gli artisti e proposta in luoghi di straordinaria bellezza, produceva un risultato ben al di sopra della somma degli elementi. La musica, più di ogni altra arte, nella sua comunicazione al di là del linguaggio parlato, ha catalizzato un pubblico qualificato: un pubblico locale attento e affezionato e un pubblico internazionale inebriato dalle bellezze dell’arte, dei luoghi e della convivialità".

"In oltre un decennio di attività abbiamo attraversato i borghi e le colline, trasformando in palcoscenici inconsueti le cantine storiche; abbiamo coinvolto i territori, i Comuni, le straordinarie attività produttive legate al vino, in un’intensa e gioiosa scorribanda musicale estiva. L’iscrizione dei nostri territori a Patrimonio dell’umanità è un’ulteriore conferma di quanto uomini, arte e natura abbiano fatto insieme nel corso dei secoli. Da parte nostra, è viva la consapevolezza che l’arte e la cultura debbano essere, sempre più, parte integrante di una matura visone dello sviluppo, per lasciare al domani un esemplare segno di civiltà", concludono.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI