Home . Lavoro . Dati . Puglia, De Bartolomeo: "Sfruttare trend crescita, utilizzare al meglio Fondi Ue"

Puglia, De Bartolomeo: "Sfruttare trend crescita, utilizzare al meglio Fondi Ue"

L'intervento del presidente della Confindustria Regionale

DATI
Puglia, De Bartolomeo: Sfruttare trend crescita, utilizzare al meglio Fondi Ue

Domenico De Bartolomeo, presidente di Confindustria Puglia

"Noi dobbiamo innanzitutto sfruttare questo trend positivo di ripresa che cominciamo ad agganciare. E lo dobbiamo agganciare soprattutto utilizzando al meglio i Fondi europei a disposizione. Noi riteniamo che vadano spese in maniera efficiente e concreta tutte le risorse a disposizione, e quindi in particolare il Por e il Fondo di sviluppo e coesione". Così, intervistato da Labitalia, il presidente di Confindustria Puglia e di Bari-Bat, Domenico De Bartolomeo, spiega quale dovrà essere la linea di sviluppo della Puglia secondo gli industriali della regione.

Secondo De Bartolomeo, ad esempio, "temi caldi come la realizzazione della Tap, e anche l'Ilva, ci devono consentire il rilancio di una Regione importante come la nostra. Abbiamo da portare avanti lo sviluppo di Industria 4.0 che è un altro punto per noi fondamentale, nel senso che noi riteniamo che, avendo il governo operato anche bene con gli iper ammortamenti e con il super ammortamento, noi dobbiamo operare affinchè le nostre aziende interpretino al meglio questo cambiamento sia in trasformazione digitale che in progetti innovativi".

La strada da seguire per De Bartolomeo è "fatta di grandi eccellenze che dobbiamo esaltare e fare in modo che le aziende più strutturate facciano da esempio trascinando nello sviluppo le piccole e medie aziende che rappresentano per noi il bacino più grande. Con un occhio particolare all'internazionalizzazione perchè la vendita all'estero e le esportazioni ci stanno dando i maggiori risultati in termini di Pil e di risultato economico".

Altro nodo cruciale per la crescita, spiega De Bartolomeo, è l'edilizia. "E' il settore che potrebbe ridare veramente a tutto il Paese -sottolinea- l'impulso per ripartire. Ma purtroppo è ancora visto come il settore da cui tirare fuori il gettito fiscale e per questo è un settore ancora compresso. Avremmo necessità di avere un piano importante di infrastrutture e opere pubbliche che consenta al settore di ripartire".

Sull'edilizia privata, sottolinea De Bartolomeo, "si deve ripartire da elementi certi, con molte risorse e con un occhio particolare all'ecobonus e al sisma bonus che sono altre due attività correttamente sviluppate dal governo, che noi come Ance stiamo cavalcando, e possono creare una diffusa attività delle nostre imprese su tutto il territorio nazionale".

Altro settore centrale per la crescita della Puglia, spiega De Bartolomeo, è il turismo. "Al pari di altri settori di settori di nostra competenza -aggiunge- come la meccanica, l'agroalimentare, la meccatronica, rappresenta una di quelle attività su cui vogliamo concentrarci perchè sta avendo dei risultati importanti e significativi. Il problema che noi registriamo è riferita al fatto che coloro che si recano in Puglia per villeggiatura spesso non vi ritornano. Questo è un elemento negativo, e noi dobbiamo fare in modo che il Sistema turismo, in tutte le sue accezioni, sia la parte ricettiva che quella svago, porti alla luce strutture di alta qualità che consentano la possibilità a chi visita la Puglia di tornarvi. Dobbiamo lavorare su questo -conclude- sapendo di avere un territorio bellissimo, e molto attrattivo dal punto di vista orografico".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI