Home . Lavoro . Dati . Bubble&CO, in 2017 +80% fatturato e nuovi progetti per 2018

Bubble&CO, in 2017 +80% fatturato e nuovi progetti per 2018

DATI
Bubble&CO, in 2017 +80% fatturato e nuovi progetti per 2018

Una fine anno di grande soddisfazione per Bubble&CO, azienda di Parma nata nel 2013 e specializzata nella realizzazione di prodotti di dermocosmesi 100% made in Italy e 100% bio. Prima di tutto, una previsione di crescita del fatturato rispetto al 2016 di circa l’80%. In secondo luogo, il consolidamento nei settori dove attualmente è presente e la messa in campo di una nuova strategia di sviluppo volta a espandere l’attività in mercati nuovi, completamente differenti da quello di partenza, sia con i prodotti già a catalogo, sia con le novità che saranno presentate nei primi mesi del 2018.

“Intendiamo ampliare l’attività - afferma Francesco D’Abate, direttore commerciale di Bubble&CO - seguendo sia l’integrazione orizzontale che la diversificazione. Gli obiettivi che vogliamo raggiungere, oltre allo sviluppo del business, sono quelli di ridurre le forti fluttuazioni nei volumi di vendita e di produzione, con una conseguente stabilità dei profitti, realizzare economie di scala tipiche della grande dimensione, acquisire tecnologie avanzate ed elevate capacità organizzative, controllare le imprese concorrenti e, infine, reinvestire le risorse finanziarie eccedenti”.

Un progetto ambizioso che mira a incrementare la capacità competitiva di Bubble&CO, distribuita oggi sul territorio nazionale attraverso negozi di prima infanzia, sanitarie, farmacie, parafarmacie, erboristerie, profumerie, concept store, spazi ludici, e presente all’estero con circa il 40% della sua produzione.

“La partecipazione a fiere internazionali, come Kind und Jugen di Colonia, ci ha permesso - continua D’Abate - di avviare interessanti contatti con distributori esteri. Al momento, i nostri prodotti si trovano in Paesi come Benelux, Scandinavia, Canada, Polonia, Ucraina. Entro la fine dell’anno, chiuderemo degli accordi anche con Cina, Spagna e Sud Corea”.

In Italia sono appena stati inaugurati i 'Corner Bubble' all’interno di alcuni negozi di città come Bologna, Bergamo e Varese. “I corner Bubble - spiega il direttore commerciale - sono composti da strutture espositrici a forma di casetta, che richiamano i packaging dei nostri prodotti, e che vengono posizionate all’interno di punti vendita con cui abbiamo stretto dei particolari accordi di fornitura. Sono fondamentali perché ci permettono di valorizzare al meglio i prodotti e di spiegare la nostra filosofia”.

“Oltre a questo, stiamo pensando anche a un’implementazione dei servizi dedicati ai nostri clienti più fedeli. Dai sacchetti contenitori per i nostri prodotti al sito web, che stiamo rifacendo e all’interno del quale prevedremo anche una sezione appositamente dedicata ai corner Bubble”, conclude D’Abate.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI