Home . Lavoro . Made-in-italy . Tutto pronto per il Merano Wine Festival

Tutto pronto per il Merano Wine Festival

Seguirà a Roma il Merano Award Selection

MADE-IN-ITALY
Tutto pronto per il Merano Wine Festival

Tutto pronto per il Merano Wine Festival, giunto alla sua venticinquesima edizione e in programma nella cittadina altoatesina dal 4 all'8 novembre. Oltre 500 le aziende vinicole selezionate tra nazionali e internazionali e oltre 100 aziende italiane di alta gastronomia sono il cuore della manifestazione, ma non solo. Un programma arricchito nei contenuti rivolti sia ai professionisti sia al pubblico appassionato.

“Una formula unica nel panorama nazionale: un evento guida. In un mercato del vino in cui la domanda è in calo, l’offerta in aumento e la qualità è ormai una costante grazie al lavoro degli enologi degli ultimi vent’anni, un evento come il Merano, che propone una selezione a priori dei prodotti in degustazione, è sempre più necessario e importante”, ha affermato Lorenzo Righi, coordinatore di Club Excellence.

“Per questo motivo - ha confermato Helmuth Köcher, presidente e fondatore della manifestazione - la richiesta di partecipazione da parte dei produttori è sempre più elevata. Anche loro comprendono la necessità di posizionarsi attraverso gli eventi, soprattutto in un momento in cui il budget a disposizione impone di limitare la presenza agli ormai innumerevoli eventi enogastronomici in circolazione, la scelta del Merano Wine Festival diventa sempre più naturale anche per loro”.

Notevolmente arricchito il programma nell’offerta rivolta agli addetti del settore, oltre che agli appassionati, con un occhio sempre più attento al mondo del food. Tra le novità, spicca Gourmet Arena for professional only, l’iniziativa rivolta a professionisti e stampa del settore food. La tradizionale rassegna Bio&dynamica si sposta al Kurhaus e la sezione Wine International inizierà venerdì, anziché sabato, e avrà un focus sui vini libanesi e georgiani.

Tornano le Charity Wine Masterclasses, le degustazioni guidate benefiche. Dopo il successo del primo anno, Catwalk Champagne torna a chiudere il Merano WineFestival. La rassegna, dedicata esclusivamente alle bollicine francesi, quest’anno è diventata un progetto importante grazie anche al contributo di Club Excellence: martedì 8 novembre infatti, nella sala più grande del Kurhaus, sarà possibile degustare oltre 220 champagne.

Ma la vera novità di quest'anno è che, dopo l’evento a Merano, il festival arriverà in trasferta a Roma con il Merano Award Selection, il 27 e il 28 novembre, nella location dell’Acquario Romano. Una due giorni dedicata a operatori del settore e soprattutto agli appassionati del buon vino per conoscere da vicino tutto il meglio del made in Italy, attraversando la penisola, con oltre 50 aziende presenti.

Dall’Alto Adige-Südtirol con la cantina Castelfederal al Friuli Venezia Giulia con Kurtin Wine e Tenute di Genagricola, dalla Lombardia con Perla del Garda e Cantina Ricchi al Piemonte con Produttori di Govone, dal Veneto con Biosio Family Estates e Bertani Domains all’Emilia Romagna con Pupa, dalla Toscana con Castello di Potentino e la Montanina all’Umbria con Broccatelli Galli, dall’Abruzzo con Codice Citra alla Campania con San Salvatore, fino alla Puglia con Varvaglione Vigne & Vini, il Merano Award Selection si prepara ad essere il punto di riferimento dell’enogastronomia romana e di tutta l’Italia.

Il Merano Wine Award è un riconoscimento che viene attribuito ai vini che raggiungono un punteggio minimo di 88/100 quale marchio di alta qualità certificata in modo indipendente. Tutte le aziende che hanno ottenuto il bollino Rosso (88-88,99 punti), Gold (90-94,99 punti), Platinum (95+ punti) saranno le indiscusse protagoniste dell’edizione romana, dove presenteranno i vini premiati e due etichette a loro scelta di particolare pregio.

“Quest’anno abbiamo scelto Roma, in quanto Capitale d'Italia e forte punto di riferimento per il mercato alimentare italiano con circa 10mila esercizi attivi. Negli ultimi anni abbiamo infatti riscontrato un intensificarsi delle attività nel mondo Horeca, dagli eventi alle degustazioni, fino ai corsi delle scuole di cucina, che hanno dato impulso a nuove e importanti occasioni di business per le aziende vitivinicole”, ha dichiarato Köcher. Non solo vino: la due giorni romana vedrà la presenza di chef stellati dal Piemonte, dall’Alto Adige, dalla Campania e dalla Sicilia, che durante gli show cooking realizzeranno piatti tradizionali dei loro territori.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI