Dal bruciatore all’erogatore arriva la cucina salvatempo

Nell’era digitale dove tutti sono di corsa, anche la cucina segue questa tendenza, ma lo fa in modo ecosostenibile e a misura d’uomo. Ogni aspetto di quello che è ormai diventato il cuore della casa, infatti, può essere gestito in modo diverso, con l’aiuto della tecnologia, per regalare più tempo libero e semplificare la vita. Ecco, quindi, in aiuto qualche soluzioni tecnologica d'avanguardia da alcuni dei marchi leader del settore. Innanzitutto, per il piano cottura dove il componente può fare la differenza. Per questo, Sabaf, la multinazionale italiana tra i leader mondiali del settore, ogni anno investe circa il 3% del proprio fatturato nella ricerca e grazie a questo produce bruciatori con standard particolari. Infatti, se la normativa europea impone ai piani cottura a gas, per ottenere l’omologazione, di raggiungere un’efficienza energetica del 52%, i modelli Sabaf sono in grado di garantire un’efficienza pari al 68% (16% in più rispetto alla normativa). Così, per cuocere un piatto o far bollire l’acqua, ci vorrà meno tempo rispetto a prima, con un risparmio energetico che strizza l’occhio all’ambiente.

A proposito di acqua bollente, e se non fosse necessario aspettare che bolla? Il nuovo erogatore J-Shape di InSinkErator, il colosso americano che ha inventato il dissipatore alimentare, offre acqua caldissima a 98 gradi all’istante. Ciò significa che per cucinare una pasta non sarà necessario attendere l’ebollizione, istantaneamente l’acqua sarà pronta per l’uso dimezzando i tempi di realizzazione. Lo stesso discorso vale anche per infusioni, thè e persino per lavare i piatti, con un conseguente risparmio in termini di consumo d’acqua e di gas. Il J-Shape, che è appena stato presentato sul mercato italiano dopo il successo oltreoceano, ha anche un design accattivante con la sua forma morbida ( a 'j').

Se poi si parla di design al servizio dell’utente, la nuova cucina Pure 2017 di SieMatic, marchio tedesco conosciuto in tutto il mondo, nasconde caratteristiche che si accordano perfettamente con la ricerca di semplicità e praticità. Il tempo non si guadagna solo nel processo di realizzazione di un piatto o di una bevanda, ma anche nelle fasi successive. Il rivestimento SieMatic AntiPrint, ad esempio, permette di non dover ripulire la superficie della cucina dalle classiche e fastidiose impronte, inoltre le ante si aprono e chiudono semplicemente sfiorandole senza bisogno di dover aprire e richiudere manualmente ad ogni utilizzo.