Da occhiali da luna a guardaroba condiviso, 11 idee di startup per la moda

Dagli occhiali 'da luna' che migliorano la visione notturna alla piattaforma online B2B per selezionare le modelle in cinque minuti, dal tessuto ecosostenibile e anallergico al sito per i fashionisti per creare nuove tendenze, dal guardaroba condiviso online al noleggio abiti e al servizio di alta sartoria a domicilio: la moda incontra nuove idee imprenditoriali creative. Ritorna, infatti, domani, venerdì 22 settembre, alle 14,30, il Tavolo Giovani, promosso dalla Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi. Questo appuntamento internazionale è organizzato in collaborazione con la Camera nazionale della Moda e si terrà in piazza del Duomo 31.

In occasione della Milano Fashion Week e in collegamento streaming con le sfilate in corso, sono undici le giovani start up che presenteranno le loro proposte innovative durante l’incontro 'Fashion Industry: innovazione e idee creative'. “I giovani che creano impresa e danno vita a start up innovative - ha dichiarato Alvise Biffi, consigliere della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi - rivestono un ruolo molto importante per il tessuto economico del nostro territorio e vanno valorizzati. Proprio per questo la Camera di commercio è attenta a dare spazio alle loro idee innovative, a partire da un settore chiave come la moda, e a seguirli con iniziative rivolte agli aspiranti e ai neo imprenditori”.

Il comparto della moda, a Milano, conta 13 mila imprese, 89 mila addetti, un fatturato da 20 miliardi, un export da 3 miliardi in 6 mesi, in crescita del 13% in un anno. Nelle classifiche italiane, Milano è prima nel design e nell’export. E la settimana della moda, tra business e turismo, porterà ricavi da 17 milioni di euro per gli alberghi, con tutto esaurito per le prime giornate, come emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi su dati registro imprese, Istat e da una stima del Servizio marketing territoriale su dati Res Str Global.