Home . Lavoro . Made-in-italy . Al via Campionati mondiali di pasticceria e cake design

Al via Campionati mondiali di pasticceria e cake design

MADE-IN-ITALY
Al via Campionati mondiali di pasticceria e cake design

Milano diventa la capitale mondiale della pasticceria. Al via, infatti, il Campionato mondiale di pasticceria, gelateria e cioccolateria e il Campionato mondiale di cake design: 40 nazioni da tutto il mondo, 160 pasticceri pronti a sfidarsi a colpi di crema pasticciera, zucchero e cioccolato, tre specialità da affrontare, che metteranno alla prova l’abilità, la fantasia e la creatività delle squadre che si contenderanno il titolo realizzando vere e proprie opere d’arte. Promosso da Fipgc, Federazione internazionale pasticceria, gelateria e cioccolateria, il campionato si svolgerà all’interno di Host Milano, il Salone internazionale dell’ospitalità professionale, in Fiera Milano, dal 21 al 24 ottobre.

“La prima edizione del Campionato è stata un grande successo - spiega Roberto Lestani, presidente della Fipgg - e quest’anno abbiamo pensato di rendere l’evento ancora più spettacolare. Ci saranno più nazionali in campo, con tanti pasticcieri che metteranno a frutto la propria cultura e la propria passione nell’arte della pasticceria, del gelato e del cioccolato”.

A contendersi il World Trophy of Pastry Ice Cream Chocolate e di Cake Design ci saranno ben 40 nazioni, provenienti da tutti e cinque i continenti. Ciascuna nazionale sarà composta da 3 pasticceri, scelti attraverso serratissime selezioni locali che si sono svolte in ciascun Paese. Le squadre saranno ognuna guidata da un coach, che avrà un ruolo a metà tra il capitano e l’allenatore. E proprio tutti gli allenatori andranno a costituire la giuria che valuterà le creazioni dei maestri pasticceri in gara e decreterà la nazionale vincitrice.

La prima edizione dei mondiali di pasticceria aveva visto la vittoria del Giappone. L’Italia, che ottenne un prestigioso secondo posto due anni fa, dovrà vedersela con nazionali che in questi anni han dimostrato una enorme vitalità e creatività nell'ambito della pasticceria. Tra queste senza dubbio il Giappone, trionfatore, appunto, della scorsa edizione, ma anche la Thailandia, il Perù, gli Stati Uniti, il Messico, e la nazionale degli Emirati Arabi, di cui si dice un gran bene. Per non parlare di teste di serie come la Francia, l'Austria, il Portogallo e la Germania.

Il programma del Campionato mondiale di pasticceria, gelateria e cioccolateria 2017 prevede tre prove: 'Scultura in cioccolato e cioccolatini', 'Scultura in zucchero e torta moderna', 'Scultura in zucchero in pastigliaggio e monoporzione gelato'. Ogni scultura sarà una vera e propria opera d’arte realizzata esclusivamente con materiali alimentari. Parallelamente, si svolgerà il Campionato mondiale di cake design che vedrà sfidarsi i campioni mondiali di questa straordinaria arte.

Giovani, talentuosi e agguerriti sono i tre aggettivi che descrivono al meglio i pasticcieri italiani che dovranno tenere testa ai più grandi fuoriclasse di tutto il mondo. Ci sarà Matto Cutolo, classe 1975, partenopeo, che si è avvicinato alla pasticceria quando era ancora un bambino. Laureato in Economia del commercio internazionale, da sempre la sua passione è il gelato, tanto che ne ha fatto la sua professione. Il suo compito nella squadra è, infatti, proprio quello della preparazione della monoporzione di gelato, e la realizzazione di una piece artistica in pastigliaggio. “Sono sicuro - dice - che la forza della nostra squadra, oltre che dalle indiscutibili capacità professionali e artistiche di tutti noi, stia nella compattezza del gruppo e dall’armonia del lavoro comune”.

Ci sarà poi Giuseppe Russi, 33 anni, che ha inizitoa giovanissimo a stare con le 'mani in pasta', ha frequentato corsi nelle più rinomate pasticcerie italiane e nel 2008 ha aperto la sua pasticceria a Laterza (Taranto). La sua attenzione per lo zucchero lo ha portato a vincere diversi concorsi, e nel 2016 il Campionato italiano di pasticceria organizzato dalla Fipgc. “Io amo - racconta - i 'dolci moderni', per le consistenze, le strutture, l’estetica e la gradevolezza al palato, sono evoluzione e rinnovamento della pasticceria classica. Ma, in generale amo la pasticceria. La amo perché questo settore del food è quello più tecnico, improntato all’esattezza dei processi fisici e chimici delle materie prime. Un aspetto che mi affascina da sempre”.

Ancora, Enrico Casarano, il più giovane di tutto il team: ha soli 24 anni ma è già di campione italiano Fipgc 2016 per la categoria cioccolato. Leccese di origine, si è avvicinato al mondo della pasticceria a 14 anni, e per festeggiare il 10° anniversario della sua carriera affronta la sua prima grande impresa a livello mondiale. Specializzato nella lavorazione del cioccolato, nella pralineria e nella pasticceria moderna, è oggi primo pasticcere nell'antichissima pasticceria 'Da Ugo' a Casarano (Le).

Al Cake Design, invece, l’Italia sarà rappresentata da Fabio Orlando, 39 anni, piemontese, un vero e proprio artista della pasta di zucchero. Da sua mamma ha preso la passione per la pasticceria tradizionale italiana con un occhio rivolto alle tendenze innovative anglo-americane: nasce così la passione per il cake design. Ha partecipato a numerosi programmi televisivi a tema, ha collaborato con tante riviste specializzate e non, e nel 2015 ha anche condotto un programma radiofonico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.