Home . Lavoro . Sindacato . Furlan: "Ue, crescita e lavoro o muore, da Cisl 10 proposte"

Furlan: "Ue, crescita e lavoro o muore, da Cisl 10 proposte"

Non ci sarà bisogno di altre Brexit, dal sindacato un "Manifesto per gli Stati Uniti d’Europa"

SINDACATO
Furlan: Ue, crescita e lavoro o muore, da Cisl 10 proposte

Annamaria Furlan

"Occorre più crescita e lavoro o l'Europa muore. Non ci sarà bisogno di altre Brexit: quando gli uomini e le donne europee non crederanno più all'Europa, l'Europa sarà gia' finita". E' quanto sottolinea oggi la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, intervendo così su Avvenire alla vigilia del vertice di Roma per i sessant'anni della firma dei Trattati Europei. La leader della Cisl annuncia che il suo sindacato ha predisposto un "Manifesto per gli Stati Uniti d’Europa" per offrire un contributo concreto al dibattito sul rilancio del progetto europeo ed anche in vista dell'incontro di venerdì a Palazzo Chigi tra una delegazione dei sindacati europei ed il Presidente del Consiglio, Gentiloni.

"I leader della Ue devono agire ora, subito con responsabilità e lungimiranza" scandisce Furlan. "Stare fermi davanti a sfide enormi come lavoro ed immigrazione non è solo sbagliato, è incomprensibile" osserva la leader sindacale. Dieci i punti che il sindacato di Via Po propone al dibattito in riferimento all'Europa economica e sociale, partendo da cambiare il baricentro dal Fiscal Compact all'Investments Compact. Tra i 10 punti, la Cisl propone anche di realizzare un bilancio europeo dotato di autonomia impositiva; di pervenire ad una gestione mutualistica di una parte del debito degli Stati membri attraverso gli Eurobond con le necessarie garanzie pro quota degli Stati membri.

Tra le proposte Cisl, in sintesi, anche istituire un Ministero del Tesoro europeo integrato nella Commissione Europea che risponda al Parlamento Europeo, trasformando a tal fine l'Esm; definire il pareggio di bilancio limitato alle sole spese correnti; concludere l'attuale versione di Quantitative Easing della Bce, centrata sulla sottoscrizione di debiti sovrani nazionali, con la conseguente sottoscrizione di debito pubblico europeo; istituire un Fondo europeo di sussidi per la disoccupazione; istituire un Fondo europeo di sostegno all'occupazione giovanile. Lotta all'esclusione sociale, gestione dei flussi migratori e politica di sicurezza comuni sono inoltre i temi al centro delle proposte Cisl.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI